Cina perduta nelle fotografie di Leone Nani 3122 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO REALE ​ Piazza Del Duomo 12 Milano 20122

Milano - dal 17 dicembre 2003 al 25 gennaio 2004

Cina perduta nelle fotografie di Leone Nani

Cina perduta nelle fotografie di Leone Nani

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO REALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Duomo 12 (20122)
+39 02875672
www.comune.milano.it/palazzoreale/
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra presenta lo straordinario reportage realizzato tra il 1903 e il 1914 da padre Leone Nani, missionario e fotografo, in una delle regioni interne della Cina.
orario: Mar-Mer-Ven-Sab-Dom: 9.00 – 18.00
Gio: 9.30 – 22.00, chiuso il lun
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero euro 5,00; ridotto euro 3,00
vernissage: 17 dicembre 2003.
editore: SKIRA
ufficio stampa: SEC
autori: Leone Nani
telefono evento: +39 02438201
genere: documentaria, fotografia, personale
web: www.pime.org/sentiericinesi

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Pime - Pontificio Istituto Missioni Estere - presenta la mostra “CINA PERDUTA nelle fotografie di Leone Nani”, che si terr‡ a Palazzo Reale di Milano, dal 17 dicembre 2003 al 25 gennaio 2004, e al Museo Diocesano “Bernareggi” di Bergamo nella prima met‡ del 2004.
L’iniziativa si inserisce in “Sentieri Cinesi”, un anno di speciali eventi culturali, che il Pime organizza in occasione del centenario della partenza di Nani per la Cina.

La mostra presenta lo straordinario reportage realizzato tra il 1903 e il 1914 da padre Leone Nani, missionario e fotografo, in una delle regioni interne della Cina.
Nani, che Ë stato uno dei testimoni pi_ significativi di questo Paese agli inizi del Novecento e della sua difficile transizione dall’Impero alla Repubblica, ha lasciato una raccolta di fotografie unica sia per il valore storico-documentario sia per quello artistico. Oggi questa preziosa e poco conosciuta raccolta Ë presentata attraverso una selezione di circa 200 immagini suddivise in sezioni (il contesto storico, la vita quotidiana, la gente, la missione e numerosi autoritratti). La mostra Ë arricchita da oggetti appartenuti a padre Nani e da alcuni esempi di arte cinese dei primi anni del Novecento – fine dinastia Qing/inizio periodo repubblicano – provenienti dalla collezione del Museo Popoli e Culture del Pime di Milano

Quando Nani arriva nella missione di Hanzhong (provincia dello Shaanxi), l’Impero Ë allo sfascio e il suo definitivo crollo sar‡ sancito dalla deposizione dell’ultimo imperatore-bambino nel 1911 e dalla nascita della Repubblica agli inizi del 1912. Nel 1914 Nani far‡ ritorno in Italia con il suo straordinario carico d’immagini.

Nel suo decennale impegno di missionario itinerante, padre Nani visita numerosissimi villaggi e incontra ogni categoria di persone, fotografando i dettagli della vita quotidiana: persone, usi e costumi, cerimonie religiose, architetture e paesaggi. Di lui ci resta una vasta collezione di lastre prodotte, sviluppate e stampate da lui stesso, la cui qualit‡ artistica e tecnica Ë assolutamente eccezionale, visti e considerati anche i tempi e i luoghi in cui svolse il suo lavoro.
Nani considera la fotografia come un mezzo per conoscere la realt‡ e, nello stesso tempo, per assolvere a uno dei suoi incarichi, quello di spedire in Italia i resoconti della sua opera di missionario. Acuto osservatore, dotato di sensibilit‡ e ironia, Nani Ë a tutti gli effetti un giornalista-fotografo, che ci ha restituito una preziosa testimonianza di un mondo ormai scomparso.

In occasione della mostra verr‡ pubblicato un libro fotografico, edito da Skira, con i migliori scatti di padre Nani e un approfondimento delle tematiche storico-artistiche relative al personaggio e all’epoca in cui visse.

La mostra Ë realizzata con il contributo di
Atm, Comune di Milano, Fondazione Cariplo, Gr¸nenthal Formenti, Regione Lombardia.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram