Massimo Lunardon - Esseri 3107 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VENICE PROJECTS ​ Dorsoduro 868 Venezia 30123

Venezia - dal 26 febbraio all'undici aprile 2010

Massimo Lunardon - Esseri

Massimo Lunardon - Esseri
Massimo Lunardon
Esseri (dettaglio), 2010
vetro borosilicato
dimensioni variabili
 [Vedi la foto originale]
VENICE PROJECTS
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Dorsoduro 868 (30123)
+39 3356006392
info@veniceprojects.com
www.veniceprojects.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’artista, che da anni collabora con designer ed architetti, mette a frutto la sua esperienza nel campo del design e delle tecniche di lavorazione del vetro borosilicato, per presentare un progetto artistico molto interessante, al limite tra realtà e fantasy, tra arte e design.
orario: martedì, mercoledì, giovedì: 14.00/18.00
venerdì, sabato, domenica: 10.00/18.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 26 febbraio 2010. ore 18 su invito
catalogo: testo di Luca Massimo Barbero
editore: GLI ORI
autori: Massimo Lunardon
genere: design, arte contemporanea, inaugurazione, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
In occasione dell’apertura del nuovo spazio espositivo nella città di Venezia, Venice Projects presenta la mostra personale ESSERI di Massimo Lunardon.

L’artista, che da anni collabora con designer ed architetti, mette a frutto la sua esperienza nel campo del design e delle tecniche di lavorazione del vetro borosilicato, per presentare un progetto artistico molto interessante, al limite tra realtà e fantasy, tra arte e design.

Un’invasione di Esseri zoo-antropomorfi segna il ritmo dell’esposizione, che appunto presenta gli originali personaggi creati dalla mente di Lunardon.

Si tratta di creature simpatiche con orecchie di cane, colli lunghi, fragili e sottili, così come le altre estremità del corpo,e pance tondeggianti; ciò che li caratterizza maggiormente, oltre la loro impacciata fisicità è l’espressività dei loro occhi e dei loro volti, teneri e benevoli.

Sembrano creature extra-terrestri, ma in realtà la loro superficie/pelle riflettente, sulla quale riverbera la sagoma umana di chi li osserva, racconta molto su noi uomini, sulla nostra fragilità, caducità e precarietà.

Loro, gli Esseri, sono molto resistenti; il vetro borosilicato, materiale del quale sono fatti, seppur sottilissimo e leggerissimo, è molto duraturo e non si lascia intaccare dal tempo. Così, con la loro ieraticità ironica, le creature di Lunardon si beffano di noi uomini e ci ricordano i nostri limiti, loro che da extra-terrestri non ne hanno.

Massimo Lunardon, con questa mostra, tocca con puntuale chiarezza la questione dei limiti tra l’arte e il design, mescola le discipline e le tecniche e da vita ad un progetto molto interessante, prodotto grazie alla collaborazione con il lungimirante imprenditore e promotore artistico Adriano Berengo, il quale ha fatto della promozione del vetro come opera d’arte la sua missione.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram