Donna: Avanguardia femminista negli anni '70 dalla Sammlung Verbund di Vienna 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva LA GALLERIA NAZIONALE ​ Viale Delle Belle Arti 131 Roma 00196

Roma - dal 18 febbraio al 16 maggio 2010

Donna: Avanguardia femminista negli anni '70 dalla Sammlung Verbund di Vienna
[leggi la recensione]

Donna: Avanguardia femminista negli anni '70 dalla Sammlung Verbund di Vienna
[leggi la recensione]
Francesca Woodman, Selfportrait talking to Vince
 [Vedi la foto originale]
LA GALLERIA NAZIONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Delle Belle Arti 131 (00196)
+39 06322981
gan-amc.uffstampa@beniculturali.it
lagallerianazionale.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In un momento di rinnovato interesse internazionale per l'arte delle donne e per l'arte femminista la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, in collaborazione con Sammlung Verbund di Vienna, offre al pubblico una scelta di 200 opere di 17 artiste che negli anni Settanta hanno trattato da pioniere temi come il corpo, l'identità femminile e la differenza uomo-donna, oltre ad aver messo in discussione il proprio ruolo attraverso la ricerca di nuovi linguaggi o, anche, utilizzando riferimenti surrealisti e concettuali.
orario: domenica dalle 8.30 alle 19.30. (la biglietteria chiude alle 18.45). Chiusura il lunedì Biglietti
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero 10 euro, ridotto 8 euro Ridotto per i cittadini UE fra i 18 e 25 anni Gratuità per i cittadini UE sotto i 18 e over 65 anni Ai visitatori di Stati non facenti parte dell’UE si applicano e disposizioni sull’ingresso gratuito a condizione di reciprocità
vernissage: 18 febbraio 2010. alle ore 18.00
catalogo: in mostra
editore: ELECTA
ufficio stampa: PIERRECI
curatori: Angelandreina Rorro, Gabriele Schor
autori: Helena Almeida, Eleanor Antin, Renate Bertlmann, Valie Export, Birgit Jürgenssen, Ketty La Rocca, Leslie Labowitz, Suzanne Lacy, Suzy Lake, Ana Mendieta, Martha Rosler, Cindy Sherman, Annegret Soltau, Hannah Wilke, Martha Wilson, Francesca Woodman, Nil Yalter
genere: fotografia, arte contemporanea, collettiva
email: press.electamusei@mondadori.it
web: www.sammlung.verbund.at

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
In un momento di rinnovato interesse internazionale per l'arte delle donne e per l'arte femminista la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, in collaborazione con Sammlung Verbund di Vienna, offre al pubblico una scelta di 200 opere di 17 artiste che negli anni Settanta hanno trattato da pioniere temi come il corpo, l'identità femminile e la differenza uomo-donna, oltre ad aver messo in discussione il proprio ruolo attraverso la ricerca di nuovi linguaggi o, anche, utilizzando riferimenti surrealisti e concettuali.

La mostra che intende attirare l'attenzione su una tematica e su un decennio non ancora sufficientemente esplorati, presenta per la prima volta in Italia una significativa scelta tematica e cronologica tra i molteplici lavori della Sammlung Verbund di Vienna, una collezione d'impresa costituita a partire dal 2004, che riunisce artisti di fama internazionale dagli anni Settanta ad oggi, e si accresce seguendo due filoni di ricerca: uno performativo e focalizzato appunto sulle avanguardie femministe, l'altro basato sullo studio e la destrutturazione degli spazi. A tale proposito la direttrice della Sammlung Verbund e curatrice della mostra, Gabriele Schor, afferma: "Ho voluto definire il movimento artistico femminista degli anni '70 avanguardia femminista per sottolinearne il ruolo storicamente precursore".

In mostra una scelta dei primissimi lavori di Cindy Sherman, realizzati nel 1975-76 e ancora poco noti, mentre saranno esposte in Italia per la prima volta le opere di Birgit Jürgenssen, Renate Bertlmann, Annegret Soltau e Nil Yalter. Queste ultime saranno presenti alla conferenza stampa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram