Giandomenico Romanelli - Dogana da Mar 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CENTRO D'ARTE CONTEMPORANEA PUNTA DELLA DOGANA ​ Dorsoduro 2 Venezia 30173

Venezia - mer 17 febbraio 2010

Giandomenico Romanelli - Dogana da Mar

Giandomenico Romanelli - Dogana da Mar
CENTRO D'ARTE CONTEMPORANEA PUNTA DELLA DOGANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Dorsoduro 2 (30173)
Fermata Di Vaporetto: Salute (Linea 1)
+39 0415231680 , +39 0415286218 (fax)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Electa pubblica Dogana da Mar, un volume che illustra e racconta il terzo luogo espositivo dove è protagonista l’arte contemporanea a Venezia, dopo il museo Peggy Guggenheim e Palazzo Grassi, Punta della Dogana.
vernissage: 17 febbraio 2010. ore 17.30
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
autori: Giandomenico Romanelli
genere: presentazione
web: www.palazzograssi.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Electa pubblica Dogana da Mar, un volume che illustra e racconta il terzo luogo espositivo dove è protagonista l’arte contemporanea a Venezia, dopo il museo Peggy Guggenheim e Palazzo Grassi, Punta della Dogana.

Il volume di Giandomenico Romanelli, membro del neo comitato scientifico di Punta della Dogana, ricostruisce la storia remota e recente di una delle architetture più celebri di Venezia, la Dogana da Mar, sia nella evoluzione della sua struttura edilizia che nelle avventure che ne hanno segnato le vicissitudini politico-amministrative, delle destinazioni d'uso, dei continui e spesso imponenti lavori di trasformazione susseguitisi nel corso di sette secoli di vita.

Funzione importantissima nella vita economica della Serenissima, la Dogana medievale fu completata nel secolo XVIII, pressochè in coincidenza con la edificazione della chiesa della Salute, dagli interventi successivi di Baldassare Longhena e di Giuseppe Benoni che ne realizzò la parte terminale, la celebre Punta sormontata dalla sfera dorata e dalla statua volteggiante della Fortuna.

Questo complesso edilizio (Dogana vera e propria + Punta) è stato di recente restaurato e ristrutturato con un intervento esemplare e universalmente lodato dell'architetto Tadao Ando divenendo uno dei luoghi topici dell'arte contemporanea internazionale: a fianco della Biennale e delle altre importanti istituzioni cittadine, esso viene a ribadire il ruolo di Venezia in quest'ambito.

L'edificio ospita la straordinaria -per qualità e quantità- collezione d'arte contemporanea di Francois Pinault, ma vedrà altresì mostre temporanee, workshop, seminari, laboratori.

Il volume, che contiene inoltre contributi di Jean-Claude Hocquet (Il sistema commerciale di Venezia) e di Paola Rossi (Il gruppo scultureo) ricostruisce anche il percorso che ha portato all'assegnazione di una così prestigiosa struttura a Francois Pinault e alla sua collezione, superando polemiche e opposizioni ma giungendo a dare a Venezia uno dei suoi più apprezzati luoghi d'arte e di cultura.

Una ricchissima documentazione iconografica completa il volume: essa propone, attraverso dipinti famosi e meno celebri, come la Dogana è stata vista e interpretata attraverso i secoli da artisti di ogni epoca e provenienza.

Giandomenico Romanelli, direttore della Fondazione dei Musei Civici di Venezia, è membro del Comitato scientifico di Punta della Dogana; membro effettivo dell'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, ha insegnato Storia dell' architettura allo IUAV e Museologia e Storia del Collezionismo a Ca' Foscari. Ha pubblicato molti volumi e saggi su argomenti di storia dell'arte e dell'architettura, con particolare riferimento all'area veneziana e veneta (Tintoretto, Tiepolo, Palladio, Scamozzi, Longhena, Canova ecc.) e cura da tre decenni il programma di mostre nei musei cittadini.
Sommario

Dalla dogana alla punta. “Un imponente effetto pittoresco”

“Imposing and picturesque”. From the maritime customs house to the Punta della Dogana De la Douane à la Punta. “Un imposant effet pittoresque”.

Giandomenico Romanelli


Il sistema commerciale di Venezia

The system of Venetian trade

Le système commercial de Venise

Jean-Claude Hocquet


La decorazione scultorea

The sculptural decoration

L’ornement sculptural

Paola Rossi


Vedere la dogana

A view of the customs house

Voir la douane


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram