Il Nuovo Rit-ratto d’Europa – Identità dell’arte italiana degli ultimi 40 anni 3062 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
24/06/2019
A Lucca torna LuBi, la Biennale internazionale della carta. Aperte le iscrizioni per partecipare all’evento
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SAN GIORGIO IN POGGIALE ​ Via Nazario Sauro 22 Bologna 40121

Bologna - dal 15 gennaio al 15 febbraio 2004

Il Nuovo Rit-ratto d’Europa – Identità dell’arte italiana degli ultimi 40 anni
[leggi la recensione]

Il Nuovo Rit-ratto d’Europa – Identità dell’arte italiana degli ultimi 40 anni
[leggi la recensione]
SAN GIORGIO IN POGGIALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nazario Sauro 22 (40121)
+39 051230727
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Ventidue gli artisti che rappresentano al meglio gli ambiti e gli orientamenti
della contemporaneità
orario: 10-18
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 15 gennaio 2004. ore 18
catalogo: Compositori Editore, Bologna
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Vittoria Coen
autori: Carla Accardi, Enrico Castellani, Sandro Chia, Paolo Chiasera, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Marco Lodola, Luigi Mainolfi, Fabio Mauri, Sabrina Mezzaqui, Aldo Mondino, Gian Marco Montesano, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Luca Pignatelli, Michelangelo Pisoletto, Gianluigi Toccafondo, Sabrina Torelli, Alberto Zamboni
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
A seguito del grande successo ottenuto dall’esposizione presso l’Académie Royale de Belgique a Bruxelles, (ottobre-novembre 2003), la mostra è ospitata in Italia presso le Collezioni d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, San Giorgio in Poggiale, dal 16 gennaio al 15 febbraio 2004. La rassegna sarà quindi visitabile durante “Bologna Arte Fiera 2004”.

La mostra, a cura di Vittoria Coen, apre uno scenario sul mondo dell’arte in Italia degli ultimi quarant’anni che, oltre agli importanti risultati espressivi, ha reso possibile un più efficace dialogo all’interno del panorama europeo e internazionale.
Il percorso artistico parte dall’ideologia estetica dell’Arte Povera (fine Anni ’60) per passare alla Transavanguardia, (fine Anni ’70), fino alle sperimentazioni poetiche degli Anni ’90.
Ventidue gli artisti che rappresentano al meglio gli ambiti e gli orientamenti della contemporaneità: Enrico Castellani, Carla Accardi, Fabio Mauri, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Luigi Ontani, Aldo Mondino, Sandro Chia, Luigi Mainolfi, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi, Francesco Clemente, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Marco Lodola, Gian Marco Montesano, Sabrina Torelli, Gian Luigi Toccafondo, Sabrina Mezzaqui, Luca Pignatelli, Alberto Zamboni, Paolo Chiasera.
Tra questi, undici artisti documentano il patrimonio della ricerca compresa tra gli Anni ’60 e la fine degli Anni ’80, cinque esprimono le poetiche legate alla sperimentazione degli Anni ’90 e i sei più giovani testimoniano il momento della riflessione attuale.
Ognuno espone due opere, una di proprietà dell’artista stesso o di collezione, l’altra realizzata appositamente per l’occasione. La mostra evidenzia così il cammino intrapreso da alcuni dei più significativi protagonisti dell’arte italiana e, nella ricchezza degli spunti, ne approfondisce i percorsi individuali.
“Con la parola ‘rit-ratto’ – commenta Vittoria Coen nel testo in catalogo – attraverso un gioco linguistico, si fa riferimento all’antico mito greco secondo il quale Zeus rapì Europa dopo essersi trasformato in toro e la portò fino a Creta, dove ebbe tre figli tra cui Minosse, appunto, re di Creta.”

La Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, che da sempre sostiene la memoria e lo sviluppo culturale nel proprio territorio, offre la possibilità di valutare l’importante ruolo sul piano creativo svolto dall’arte italiana nel corso del XX secolo. In questo caso particolare, l’esposizione presenta quella parte della Collezione della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna legata all’ambito della ricerca contemporanea, quale testimonianza di un impegno reale e innovativo.

Accompagna la mostra un catalogo bilingue italiano/francese, a cura di Vittoria Coen, con riproduzioni delle opere e schede biografiche, pubblicato da Compositori Editore, Bologna.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram