La Fabbrica dei Sogni 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva TRALEVOLTE ​ Piazza Di Porta San Giovanni 10 Roma 00185

Roma - dal 17 al 30 aprile 2010

La Fabbrica dei Sogni

La Fabbrica dei Sogni

 [Vedi la foto originale]
TRALEVOLTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Di Porta San Giovanni 10 (00185)
+39 0670491663 , +39 0677207956 (fax), +39 0677207956
tralevolte@gmail.com
www.tralevolte.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Esercizi di Arte Ambientale. Progetti e bozzeti della Classe 3° D
per il Cancello del Liceo Artistico Statale “Giorgio De Chirico” Via Cerveteri 53 in collaborazione con BiblioPoint Savinio
orario: da lunedì a venerdì 10-13 e 15-20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 17 aprile 2010. ore 11.30
curatori: Roberto Almagno, Manuela Crescentini, Giacomo Pensiero
autori: Alessandro Baiocco, Giovanni Francesco Beccu, Giorgia Catalani, Marica Cherubini, Serena Chierici, Annaleda Coccia, Valerio Di Salvo, Valerio Iapichino, Chiara Madge, Giovanni Alessandro Parisi, Ramona Petrini, Daniele Ruggeri, Lorenzo Saraceni, Diletta Soave, Micaela Viscardi
genere: giovane arte, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
I Gioielli escono dalla Fabbrica dei Sogni, intrecciano il mondo della formazione al mondo dell’Arte: ora la metamorfosi può avvenire ...

Esercizi di Arte Ambientale
Progetti e bozzeti della Classe 3° D
per il Cancello del Liceo Artistico Statale “Giorgio De Chirico”
Via Cerveteri 53
in collaborazione con BiblioPoint Savinio

Inaugurazione e Premiazione alla presenza di
Anna Cochetti (Preside) – Ines Musumeci Greco (Collezionista)
Susanna Fantino (Presidente Municipio Roma IX)
Presso SalaUno Teatro
Sabato 17 aprile 2010 Ore 11,30

a cura dei Corsi: Laboratorio Plastica - Progettazione Plastica - Storia dell’Arte
Professori: Roberto Almagno – Manuela Crescentini – Giacomo Pensiero

LA FABBRICA DEI SOGNI
Prefazione di Giacomo Pensiero

Come dovrebbe essere il ‘Cancello’ di una Scuola?
Apre. Chiude. Riapre.
Accoglie. Protegge. Regolamenta.
Leggero e naturale. Resistente e sicuro. Plastico e scorrevole.
La ‘Bottega’ di Almagno ha deciso di provarci.
Una Scuola dove si insegna Arte dovrebbe essere una ‘Bottega’, alla maniera Rinascimentale.
Il Maestro e i suoi Discepoli.
Ideazione, Progettazione, Realizzazione: un unico Processo.
Tutte le Discipline concorrono alla ‘Bottega’.
L’Ideazione nasce dal Pensare. Come faremmo ad immaginare senza la capacità di elaborare dei concetti, leggendo, scrivendo, calcolando e andando a guardare e a studiare il Passato per farlo Presente, rubare le Immagini e trasformarle?
La Progettazione nasce dalla capacità di mettere insieme le nostre Conoscenze-Idee per un fine specifico: voler rendere concreta l’Idea.
Realizzazione vuol dire rendere Oggetto l’Idea, usando materiali, trasformandola in Forma.
La Forma. Questo è il Problema!
Ecco la ‘Bottega’. C’è il Maestro-Mago (o Stregone?) e gli allievi-discepoli (o apprendisti Stregoni?).
L’Artista trasforma la Materia e la ‘Strega’, le dà un’Anima.
La Materia si fa leggerezza, equilibrio perfetto.
La Linea assume una sua naturale eleganza, trasformandosi nello spazio plasticamente.
Le linee diventano ‘grovigli’ di forme, con una loro specifica legge.
La legge della Ragione che fà della Difficoltà e della Materia resistente e sicura... Semplice, preziosa Bellezza.
E se il ‘Cancello’ fosse un ‘Gioiello’?
Sarebbe perfetto!
La Scuola deve essere una ‘Fucina’, dove la materia, anche la più ‘grezza’ si trasforma in ‘oro’.
Ma ci vuole lo Stregone-Alchimista, che plasma, che cura, che ama ... che ci crede.
Allora, magicamente, il ‘Cancello’ si trasforma in ‘Gioiello’.
Forse questo è un ‘Sogno’, ma è importante che nella Scuola si possa sognare.
E questo hanno fatto i nostri ‘Stregoni’ e i nostri giovani ‘Maghi’, che cresceranno e ci proveranno anch’essi ... ancora ... a trasformare ‘Cancelli’ in ‘Gioielli’.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram