Saverio Magistri - Social network 3063 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
17/05/2019
Sull'isola greca di Delo sbarcano le opere di Antony Gormley
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ENDEMICA ARTE CONTEMPORANEA ​ Via Mantova 14 Roma 00198

Roma - dal 30 aprile al 10 giugno 2010

Saverio Magistri - Social network

Saverio Magistri - Social network
"Nocturne" - acrilico su tela - 100x150cm - 2009
 [Vedi la foto originale]
ENDEMICA ARTE CONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Mantova 14 (00198)
+39 0684240140 , +39 3335793139
info@endemica.it
www.endemica.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L'artista parte dalla ricerca e la riorganizzazione in una nuova struttura dei simboli che fanno parte del linguaggio visivo della società contemporanea,immagini che paiono il frutto di una lenta, quasi geologica, sedimentazione di forme e significati.
orario: Da lunedì a sabato ore 11-13 / 15-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 30 aprile 2010. ore 18:00
catalogo: in galleria.
curatori: Paolo Balmas
autori: Saverio Magistri
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La Galleria Endemica ospiterà da venerdì 30 aprile 2010, “Social network”, mostra personale di Saverio Magistri.
Il vernissage avrà inizio alle ore 18, con la presenza dell’artista.
L’esposizione vuole essere un percorso attraverso l’iconografia contemporanea come strumento di analisi della società, il lavoro di Saverio Magistri parte infatti dalla ricerca e la riorganizzazione in una nuova struttura dei simboli che fanno parte del linguaggio visivo della società contemporanea, provengono da segnaletiche stradali, metropoli, deserti, foreste tropicali, loghi, giornali, riviste, internet. Sono immagini che paiono il frutto di una lenta, quasi geologica, sedimentazione di forme e significati. Possiedono un senso del tempo che si è ripiegato su se stesso, e un senso della storia come archeologia del futuro.

La mostra comprenderà installazioni, piccole sculture ed opere su tela.
Il catalogo, con i testi del Prof. Paolo Balmas, sarà disponibile in galleria.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram