Elisabetta Benassi 3067 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA ​ Via Nizza 138 Roma 00198

Roma - dal 30 gennaio al 9 maggio 2004

Elisabetta Benassi
[leggi la recensione]

Elisabetta Benassi
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nizza 138 (00198)
+39 060608
macro@comune.roma.it
www.museomacro.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una giovane protagonista dell’arte internazionale, Elisabetta Benassi occuperà le Sale Panorama con un nuovo lavoro creato appositamente per il MACRO, dal titolo “Tutti morimmo a stento”.
vernissage: 30 gennaio 2004. ore 18
editore: ELECTA
autori: Elisabetta Benassi
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’artista si presenta nella propria città con un film, un progetto ambizioso in cui confluiscono diversi motivi maturati negli ultimi anni della propria attività. In una sorta di parabola della civiltà tecnologica e della minaccia di un suo cieco procedere verso un drammatico fallimento, i protagonisti del nuovo lavoro di Elisabetta Benassi sono degli uomini dotati di protesi progettate dall’artista in modo da trasformarli in odierne figure mitologiche, umanoidi che prestano il proprio corpo a una fusione con macchine a motore: “motomen” secondo la definizione dell’artista che in una cupa arena sono gli attori di una tragedia annunciata.

Il catalogo bilingue (italiano-inglese), pubblicato da Electa, ripercorre tutta l’opera dell’artista e dedica ampio spazio al nuovo lavoro progettato per la mostra al MACRO. Oltre a una ricca selezione di immagini, il volume presenta i testi di Carolyn Christov-Bakargiev, Marco Belpoliti e del curatore della mostra Gianfranco Maraniello.

Note biografiche
Elisabetta Benassi (Roma, 1966) è una delle protagoniste emergenti nel panorama artistico italiano. Ha già partecipato a mostre di rilievo internazionale come l'ultima edizione di Manifesta (Francoforte, 2002) o la Biennale di Berlino (2001). Ha esposto al P.S.1 di New York (in Special Projects, 2000), a Villa Medici a Roma (La Ville, Le Jardin, la Mémoire, 2000) e recentemente al Castello di Rivoli (in I moderni/The Moderns, 2003). Le sue opere sono presentate anche nell’antologia Cream 3, la celebre pubblicazione della casa editrice londinese Phaidon che segnala gli artisti di spicco della scena mondiale.
Ricca di allegorie, riferimenti alla politica, alla psicoanalisi, alla tradizione culturale e artistica italiana, tutta l’opera di Elisabetta Benassi condensa tali temi in video e installazioni capaci di grande suggestione emotiva. I personaggi protagonisti dei suoi lavori sono androgini, maschere inquietanti, gemelli o sosia, come quello di Pier Paolo Pasolini che, in motocicletta o in un improvvisato giocare a calcio in uno stadio vuoto, pare accompagnare l'artista in un’esplorazione della decadenza e del disimpegno odierni.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram