Narrazione e convenienze del video 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CASA MASACCIO ​ Corso Italia 83 San Giovanni Valdarno 52027

San Giovanni Valdarno (AR) - dal 4 al 18 settembre 2010

Narrazione e convenienze del video

Narrazione e convenienze del video

 [Vedi la foto originale]
CASA MASACCIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Italia 83 (52027)
+39 0559126283
casamasacciosgv@val.it
www.casamasaccio.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

a conclusione dei lavori del Cantiere di video-arte “Narrazione e convenienze del video”, promosso nell’ambito del progetto sulle politiche giovanili “ Communitas”, presenta una mostra dell’artista-tutor Marinella Senatore e delle sette giovani artiste partecipanti.
orario: feriali 16/19 festivi 10/12-16/19, lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 4 settembre 2010. ore 18
catalogo: in galleria.
ufficio stampa: AMBRA NEPI
curatori: fiammetta strigoli
autori: Paola Cappabianca, Melania Catteruccia, Tiziana Contino, Claudia Gambadoro, Helga Maestrini, Giusy Pirrotta, Vanessa Pollicina, Marinella Senatore
note: Enti promotori: Ministro della Gioventù, Comune di San Giovanni Valdarno (Assessorato alle Politiche Giovanili e alle pari opportunità, Assessorato alla Cultura), Regione Toscana, Provincia di Arezzo
( Assessorato alle politiche giovanili),
Associazioni: Associazione culturale Promere, Associazione Generacomunicazioni
Media partner: Generacomunicazioni.Tv, Filigrane- Giovani connessioni di comunità
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Casa Masaccio Arte Contemporanea il 4 settembre alle ore 18.00, a conclusione dei lavori del Cantiere di video-arte “Narrazione e convenienze del video”, promosso nell’ambito del progetto sulle politiche giovanili “ Communitas”, presenta una mostra dell’artista-tutor Marinella Senatore e delle sette giovani artiste partecipanti.
Il cantiere si è contraddistinto come intensivo e in residenza, pensato come tutto al femminile. L’arte delle donne è stato un tema centrale del XX secolo, probabilmente per l’irrompere di media come la fotografia e il video, media “giovani” e “dinamici” che hanno permesso di accorciare il gap tra artisti e artiste in un tempo che si è dimostrato maturo per far emergere il concetto che l’arte è espressione individuale, personale, a prescindere dal genere. Nell’ambito della video arte il contributo delle donne artiste è stato ed è complesso, soprattutto per l’affrontare tematiche esistenziali e politico-sociali “a viso aperto”, espandendo e contraendo l’indagine tra limiti noti e ignoti.
Al Cantiere hanno partecipato 7 giovani artiste provenienti da tutta Italia (Paola Cappabianca, Melania Catteruccia, Tiziana Contino, Claudia Gambadoro, Helga Maestrini, Giusy Pirrotta, Vanessa Pollicina) e ognuna ha realizzato un proprio video come obiettivo tangibile di un coinvolgimento oggettivo, articolato tra obiettivi formativi, risultati dell’attività individuale di progettazione e realizzazione del lavoro.
La scelta di Marinella Senatore come artista/tutor in residenza ha corrisposto all’intenzione del curatore, Fiammetta Strigoli, di aprire alla conoscenza di format che riconducono al concetto di narrazione: un linguaggio che efficacemente permette l’emergere di “mondi” emotivi che attengono tanto alla memoria quanto al quotidiano. Dopodiché le giovani artiste hanno spaziato dalla documentazione di live-perfomance, alla docu-intervista, al video di montaggio costruendo un plot di associazioni visive e di pensiero, creando il proprio lavoro sollecitate da una tematica precisa: Nella situazione io mi trovo proveniente da un passato e proiettato in un futuro. L’enunciato ha permesso il distinguersi di argomentazioni legate tanto al proprio personale sentire quanto a ciò che attiene ai processi e ai mutamenti continui della società (sollecitata in diverse direzioni, l’immagine, quando si fa immagine-video, diviene esplorazione in continuum di dettagli di visione, combinazione di realtà in espansione... eventi che non si collocano come seguito di altri eventi).



Video presenti in mostra:

Marinella Senatore
Speak easy, 2009, musical, 15’
How do U kill the chemist, 2009, docu-fiction, 8’
All the things I need, 2006, docu-musical, 15’
Paola Cappabianca
Visioni, 3’, 2010
Melania Catteruccia
Fattore di riflessione, 5’57’’, 2010
Tiziana Contino
Di-Verso-Da Travelling, 3’, 2010
Claudia Gambadoro
Ritorno, 3’10’’, 2010
Helga Maestrini
Base, 3’, 2010
Giusy Pirrotta
Light composition, 1’16’’, 2010
Vanessa Pollicina
ComunicAzione, 3’, 2010

Marinella Senatore, vincitrice del Premio New York 2010-2011, è nata a Cava de’ Tirreni, vive attualmente a Madrid ed opera soprattutto attraverso la pratica video, senza però rinunciare alle ampie possibilità espressive offerte dall’intero ambito del visivo, dal disegno all’installazione al musical. Da tempo considerata uno dei nuovi talenti della giovane arte italiana si è formata nei settori belle arti e cinematografia, insegna linguaggio audiovisivo presso l’Università Complutense di Madrid e l’Università di Castilla-La Mancha. Ha esposto in importanti istituzioni pubbliche, tra le quali: il MADRE di Napoli, Palazzo Grassi a Venezia, Museum of Contemporary Art di Chicago, la Galleria Civica di Trento, il Museum Boijmans di Rotterdam, il Moderna Museet di Stoccolma e il MAR di Ravenna.


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram