Achille Bonito Oliva - Il tempo della bellezza? 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO VECCHIO ​ Piazza Della Signoria Firenze 50122

Firenze - lun 15 novembre 2010

Achille Bonito Oliva - Il tempo della bellezza?

Achille Bonito Oliva - Il tempo della bellezza?

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO VECCHIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Della Signoria (50122)
+39 0552768465
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

attraverso una rilettura critica degli episodi che hanno contrassegnato l’evolversi della storia dell’arte, l’autore affronta la questione estetica sollevata dal concetto di Bellezza, sottoponendo la categoria del Bello ad un’analisi filtrata dal concetto di tempo che muta nell’arte: dall’epoca della perfezione rinascimentale a quello dell’aberrazione barocca, fino al gusto e al senso della bellezza nell’epoca attuale.
biglietti: free admittance - è consigliata la prenotazione
vernissage: 15 novembre 2010. ore 15.45
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
autori: Achille Bonito Oliva
genere: incontro - conferenza
email: ufficiostampa@doradocom.com
web: www.florens2010.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La nuova enciclopedia, ideata da Achille Bonito Oliva, partendo dalla concezione del “tempo”, nelle sue diverse sfaccettature analizza tutte le forme di rappresentazione assunte nel corso del XX secolo dai vari linguaggi artistici. Le avanguardie storiche sono profondamente condizionate dall’irruzione di una nuova temporalità (interiore, inclinata, comica, piena e aperta) che caratterizza tutte le arti del Novecento: musica, teatro, cinema, arti visive, new media, fotografia, letteratura.

Il filo conduttore di questo volume è il tempo comico da Nietzsche definito come il tempo dell’irrilevanza, è perdita dell’assolutezza e avvento del relativo, come distruzione della serietà, del tragico e affermazione dell’effimero, dell’illusorio, del divertente.



 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram