arte contemporanea, collettiva GALLERIA CIVICA FILIPPO SCROPPO ​ Via R. D'azeglio 10 Torre Pellice 10066

Torre Pellice (TO) - dal 29 marzo al 21 giugno 2014

Paola Mongelli - Il bianco e il nero

Paola Mongelli - Il bianco e il nero

GALLERIA CIVICA FILIPPO SCROPPO
Via R. D'Azeglio 10 (10066)
+39 0121932530
info@galleriascroppo.org
www.galleriascroppo.org

La fotografia “artigianale”, o meglio la fine-art, approda alla Galleria “Filippo Scroppo” di Torre Pellice; in mostra quindici anni di lavoro dell’artista torinese Paola Mongelli. Dal 1998 ad oggi la mostra ripercorre le tappe più significative del suo operato, un percorso nell’immagine autentica del “bianco e nero” che si sviluppa dalle fotografie di viaggio e di soggetti naturali, ai ritratti ed alle installazioni.
orario: martedì, mercoledì, giovedì 15.30 – 18.30
venerdì 10.30 – 12.30 sabato 10.30 – 12.30 / 15.30 – 18.30
(chiuso domenica e lunedì)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 29 marzo 2014. h 19.30
autori: Paola Mongelli
genere: fotografia, arte contemporanea, personale

individua sulla mappa

comunicato stampa
La fotografia “artigianale”, o meglio la fine-art, approda alla Galleria “Filippo Scroppo” di Torre Pellice; in mostra quindici anni di lavoro dell’artista torinese Paola Mongelli. Dal 1998 ad oggi la mostra ripercorre le tappe più significative del suo operato, un percorso nell’immagine autentica del “bianco e nero” che si sviluppa dalle fotografie di viaggio e di soggetti naturali, ai ritratti ed alle installazioni. Tutte le opere esposte -circa 130- sono originali provenienti da negativi; le stampe, in tiratura unica, sono realizzate con i tradizionali procedimenti chimici di camera oscura che l'artista propone con intensa abilità. Le fotografie spaziano dal formato 13x18 al 30x40, sono suddivise in cicli tematici e per la prima volta vengono mostrate al pubblico come corpus unico, riunendo opere note ed inedite. Paola Mongelli si laurea negli anni Novanta in Scenografia all' Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, dove frequenta i corsi di fotografia del maestro Giorgio Avigdor ed intraprende una ricerca attraverso l'immagine fotografica in bianco e nero, sperimentando in modo personale le tecniche di stampa fine-art. Nelle sue opere recenti si è espressa anche attraverso disegni e performance, concentrandosi su tematiche legate al volto, allo sguardo e alla sfera delle sensazioni. All'impegno artistico affianca dal 2008 l'attività didattica. Numerosi i seminari e i corsi in ambito universitario in materia di fotografia e di educazione alla visione. La mostra è organizzata in collaborazione con il Coordinamento Donne Val Pellice, con il contributo del Comune di Torre Pellice e della Regione Piemonte.