arte contemporanea, collettiva PALAZZO BAROLO ​ Via Delle Orfane 7 Torino 10122

Torino - dal 10 dicembre 2008 al 2 giugno 2009

Serenant et Illuminant. I grandi libri illustrati per l'infanzia della SEI (1908 - 2008)

Serenant et Illuminant. I grandi libri illustrati per l'infanzia della SEI (1908 - 2008)

PALAZZO BAROLO
Via Delle Orfane 7 (10122)
+39 0114360311 , +39 0114310332 (fax)
info@palazzobarolo.it
www.palazzobarolo.it

Luce e serenità: due concetti contenuti nel marchio storico della SEI che sottolineano il valore educativo e artistico della produzione scolastica e di amena lettura della casa editrice torinese. La mostra si propone di far conoscere la storia, gli autori, i generi, i temi della produzione editoriale SEI, a partire dalle origini salesiane e in particolare di valorizzare lo straordinario patrimonio di immagini dell'archivio disegni, tra i pochi in Italia ad essere conservato quasi integralmente.
orario: lunedi' - venerdi' dalle 9.30 alle 12.30 e domenica dalle 15.30 alle 18.30; chiuso il giorno di Natale, il 26 e il 31 dicembre, il 1 e il 6 gennaio
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Visite guidate: - dal 12 gennaio 2009, per le scuole, visite guidate gratuite su prenotazione
- Visita alla mostra, con visita guidata al museo della scuola: 4 euro - su richiesta, laboratori specifici per le scuole: 3 euro
- visita cumulativa (mostra e museo) e laboratorio: 6 euro
vernissage: 10 dicembre 2008. ore 16,30. Anteprima stampa ore 12
catalogo: cura di Pompeo Vagliani
ufficio stampa: Carola Serminato - +393491299250 - carola.serminato@tiscali.it
curatori: Pompeo Vagliani
autori: Marina Battigelli, Piero Bernardini, Guido Bertello, Enrico Canova, Erberto Carboni, Francesco Carnevali, Giovan Battista Carpanetto, Carlo Chiostri, Giulio da Milano, Teonesto De Abate, Leonida Edel, Sandro Lobalzo, Filiberto Mateldi, Brunetta Mateldi, Attilio Mussino, Anton Maria Nardi, Carlo Nicco, Giuseppe Porcheddu, Massimo Quaglino, Gustavo Rosso, Aleardo Terzi, Luigi Togliatto, Sergio Toppi
telefono evento: + 39 0115227
note: presso Fondazione Tancredi di Barolo
Palazzo Barolo - Museo della scuola e del libro per l'infanzia
Locali del nuovo polo museale sulla storia del libro per l'infanzia
Via Corte d'Appello, 22
genere: documentaria, inaugurazione, collettiva, disegno e grafica

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
In occasione dei 100 anni della Società Editrice Internazionale

Luce e serenità: due concetti contenuti nel marchio storico della SEI che sottolineano il valore educativo e artistico della produzione scolastica e di amena lettura della casa editrice torinese.
La mostra si propone di far conoscere la storia, gli autori, i generi, i temi della produzione editoriale SEI, a partire dalle origini salesiane e in particolare di valorizzare lo straordinario patrimonio di immagini dell'archivio disegni, tra i pochi in Italia ad essere conservato quasi integralmente.

Il percorso offre per la prima volta una rassegna, organica e articolata, del potenziale artistico e culturale di tale archivio, che costituisce un capitolo importante della storia dell'illustrazione in Italia.
La rassegna ricostruisce l'evoluzione della grafica e degli stili e la presenza delle principali personalità di illustratori, a partire dal primo Novecento, con una produzione di impostazione ancora tardo ottocentesca rappresentata da autori molto noti come il fiorentino Carlo Chiostri o il pittore torinese Giovan Battista Carpanetto, o altri tutti da scoprire come Enrico Canova.
L'epoca d'oro e' forse quella degli anni Venti e Trenta, tra Liberty, Deco' e Novecento, periodo in cui collaborarono alla SEI Anton Maria Nardi, Francesco Carnevali, Filiberto e Brunetta Mateldi, Erberto Carboni e alcuni pittori torinesi, da Giulio Da Milano, a Massimo Quaglino, a Teonesto De Abate, testimoniando la confluenza tra pittura, arti decorative e illustrazione tipica della Torino di quegli anni.

Accanto a loro, molti grandi -figurinai- del libro per l'infanzia: Leonida Edel, Attilio Mussino, Carlo Nicco, Aleardo Terzi, Gustavo Rosso (Gustavino), Marina Battigelli, Piero Bernardini, Beppe Porcheddu e molti altri.

Particolare rilievo rivestono le splendide tavole di Giovanni Battista Galizzi, pittore di temperamento simbolista, per il Pinocchio del 1942 in una delle interpretazioni piu' profonde e preziose della storia del burattino collodiano.
La rassegna si chiude con una testimonianza delle collane, degli autori e degli artisti che caratterizzarono la produzione di amena lettura dal dopoguerra agli anni Novanta, con il sorgere di nuovi temi e nuovi linguaggi espressivi, dal fumetto alla televisione, attraverso la presenza, tra gli altri, di illustratori come Guido Bertello e Luigi Togliatto, fino a Sergio Toppi e a Sandro Lobalzo.

La mostra e' allestita nel nuovo spazio museale del Museo della Scuola e del Libro per l'Infanzia di Palazzo Barolo che sarà inaugurato proprio in occasione dell'esposizione.
Lo spazio museale, che completa il percorso già esistente sulla storia della scuola, e' stato realizzato grazie alla disponibilità dell'Opera Barolo di mettere a disposizione i locali e ai contributi della Città di Torino, della Regione Piemonte e della Fondazione CRT e si avvarrà di allestimenti scenografici e di postazioni multimediali interattive avanzate.
Nella Biblioteca Fantastica sarà possibile -sfogliare- i libri e guardare le illustrazioni accompagnati dai personaggi di alcuni dei libri per l'infanzia piu' significativi pubblicati dalla SEI; inoltre, nell'arco dei mesi di apertura della mostra si prevede la realizzazione di attività laboratoriali specifiche per le scuole.

L'attività di studio e impostazione della mostra, cosi' come del catalogo e' a cura di Pompeo Vagliani, presidente della Fondazione Tancredi di Barolo.