GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI) - Genova 3126 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI)


 [Vedi la foto originale]
Genova
Via Capolungo 3 (16167)
+39 3726025, +39 3200333 (fax)
gam@comune.genova.it
www.museidigenova.it
prenota il tuo albergo a Genova:
Booking.com
Exibart.alert - tieni d'occhio GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI)
individua sulla mappa Exisat
individua GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI) sullo stradario MapQuest
Stampa la scheda di GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI)
Eventi in corso nei dintorni di GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA - VILLA SALUZZO (MUSEI DI NERVI)

individua sulla mappa

 
presentazione
Galleria d'Arte Moderna

con opere della Collezione Wolfson

Dopo un'importante fase progettuale iniziata nel 1999, dedicata agli aspetti di restauro edilizio e a quelli di allestimento delle collezioni, è stata restituita al pubblico la nuova Galleria d'Arte Moderna, grazie ai significativi investimenti del Ministero per i Beni Culturali, della Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia e del Comune di Genova. La GAM si pone in diretto collegamento scientifico col vicino museo delle Raccolte Frugone che, dal 1993, espone al pubblico 284 opere dei più importanti artisti italiani e stranieri della Bella Epoque.

Il percorso espositivo della nuova Galleria d'Arte Moderna propone un ordinamento cronologico delle collezioni, dalla fine del Settecento agli anni Sessanta del Novecento e lascia spazio a specifici nuclei di raccolte, ambiti di ricerca, aspetti tematici, personalità artistiche con numerosi riferimenti alla storia culturale e urbanistica della città e significative aperture sul contesto culturale italiano.

Formata dal nucleo della raccolta del principe Odone di Savoia, donata alla città nel 1866, e da successivi lasciti e campagne d’acquisti alle più importanti esposizioni, attuata in modo particolare tra il 1912 e il 1950 per volere di Orlando Grosso, primo direttore della Galleria e importante personalità di riferimento per le vicende artistiche cittadine, la Galleria offre una selezione di circa 300 opere databili dagli inizi dell’Ottocento all’epoca attuale.

Romanticismo, pittura di storia, impressionismo italiano, simbolismo, futurismo, Novecento vengono raccontati attraverso una scelta selezionata e di assoluta qualità di opere di Nicolò Barabino, Ernesto Rayper, Alfredo D’Andrade, Vincenzo Cabianca, Plinio Nomellini, Rubaldo Merello, Felice Casorati, Filippo De Pisis, Francesco Messina, Eugenio Baroni, Arturo Martini, Leopold Survage, Renato Guttuso, Fausto Pirandello, Antonietta Raphael Mafai, Mario Mafai, Corrado Cagli.

Nel percorso espositivo entrano anche alcune opere della Mitchell Wolfson jr. Collection, con particolare riferimento al design e alle arti decorative, che si intrecciano con le collezioni civiche, integrandone e arricchendone l'offerta culturale con artisti come Cagnaccio di San Petro, Gerardo Dottori, Sexto Canegallo, Alberto Issel e Duilio Cambellotti.


Catalogo e guida (italiano/english)

M. F. Giubilei, Galleria d’Arte Moderna. Repertorio generale delle opere /General Catalogue of Works, Maschietto Editore, Firenze, 2004 (italiano/english), Euro 130.

Galleria d’Arte Moderna. Guida, a cura di M. F. Giubilei, Maschietto Editore, Firenze, 2004 (edizioni in italiano/english ), Euro 13
 
immagini
Barabino
Cabianca
Caffi
 
immagini
Guttuso
Martini
Nomellini

 
trovamostre
@exibart on instagram