FONDAZIONE MAGNANI ROCCA - Traversetolo 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
24/07/2019
Una gara da 2 milioni di euro per il risanamento del Museo Archeologico di Aquileia
23/07/2019
Il viaggio dentro e fuori di te, per il prossimo manifesto di Flashback Opera Viva a Torino
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

FONDAZIONE MAGNANI ROCCA

La villa, sede del museo
 [Vedi la foto originale]
Traversetolo (Parma)
Via Fondazione Magnani Rocca 4 (43029)
+39 0521848327, +39 0521848148, +39 0521848337 (fax)
info@magnanirocca.it
www.magnanirocca.it
prenota il tuo albergo a Traversetolo:
Booking.com
Exibart.alert - tieni d'occhio FONDAZIONE MAGNANI ROCCA
individua sulla mappa Exisat
individua FONDAZIONE MAGNANI ROCCA sullo stradario MapQuest
Stampa la scheda di FONDAZIONE MAGNANI ROCCA
Eventi in corso nei dintorni di FONDAZIONE MAGNANI ROCCA

individua sulla mappa

 
immagini
Luigi Magnani (in piedi)
assieme all'amico Giorgio Morandi
fotografia di Ugo Mulas
Sala Tiziano
Il parco della villa
(particolare)
 
presentazione
La sede museale della Fondazione Magnani-Rocca, inaugurata nella primavera 1990 nella villa di Corte di Mamiano di Traversetolo, presso Parma, ospita la prestigiosa collezione di Luigi Magnani (1906-1984), che annovera, fra le altre, opere di Gentile da Fabriano, Filippo Lippi, Düurer, Tiziano, Rubens, Van Dyck, Goya e, fra i contemporanei, Monet, Renoir, Cézanne, sino a de Chirico, de Pisis, cinquanta opere di Morandi, Burri, oltre a importanti sculture di Canova, Bartolini e Manzù.
Nella villa è stata lasciata il più possibile invariata la collocazione degli arredi per conservare la sua atmosfera di casa vissuta: troviamo, infatti, straordinari mobili e oggetti di epoca Impero, fra i quali la vasca in malachite del Thomire, dono dello Zar Alessandro I a Napoleone, e mobili di Jacob.
I lavori di restauro e trasformazione della villa in museo, hanno reso necessarie variazioni notevoli solo nei corpi aggiunti laterali per motivi di statica, di sicurezza e di funzionalità.
Per quanto riguarda gli impianti tecnici e le strutture espositive, si sono seguite le modalità più avanzate a livello internazionale per garantire la perfetta conservazione delle opere d'arte e le caratteristiche che rendano il museo ideoneo a ospitare anche opere di altre istituzioni; la Fondazione, infatti, è spesso sede di mostre temporanee di altissimo livello.
La villa-museo è situata in un bellissimo e vastissimo parco secolare popolato di animali che rende la Fondazione meta estremamente piacevole oltre che di notevole interesse culturale per i visitatori.
Anche l'ospitalità rientra perfettamente nello spirito di questa casa che in passato ha avuto come ospiti alcuni fra i personaggi più importanti della cultura europea; è a disposizione un punto di ristoro per i visitatori dove sono disponibili anche i prodotti delle fattorie della Fondazione.
La Fondazione Magnani-Rocca si propone come centro culturale non solo di arti figurative ma anche di attività musicali e letterarie, come era nello spirito del Fondatore Luigi Magnani, attento alle correspondances fra le varie espressioni artistiche.

_________________________________


La Fondazione Magnani-Rocca nasce nel 1977 dalla volontà di Luigi Magnani per onorare la memoria dei genitori Giuseppe Magnani e Donna Eugenia Rocca, con lo scopo di favorire e sviluppare attività culturali di carattere letterario, artistico e musicale. Il 15 marzo 1978 è stata riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica come persona giuridica di diritto privato.
Luigi Magnani destinò alla Fondazione in primo luogo la villa di Mamiano, in cui da allora l'Ente ha la propria sede. Fu assistito, con discreta ma vigile attenzione dalla Cassa di Risparmio di Parma, dal compianto avvocato Umberto Tarin e dell'avvocato Olinto Minoccheri che, più tardi, fu l'esecutore testamentario.
La Fondazione controlla un piccolo universo composto da imprese produttive agricole, immobiliari ed agro-alimentari che si propongono di assicurare gli indispensabili mezzi economici per la sopravvivenza e per il consolidamento del patrimonio e della collezione.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram