MUSEO DI SANTA GIULIA - Brescia 3107 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

MUSEO DI SANTA GIULIA


 [Vedi la foto originale]
Brescia
Via Dei Musei 81/b (25121)
+39 0302977834
santagiulia@bresciamusei.com
www.bresciamusei.com
prenota il tuo albergo a Brescia:
Booking.com
Exibart.alert - tieni d'occhio MUSEO DI SANTA GIULIA
individua sulla mappa Exisat
individua MUSEO DI SANTA GIULIA sullo stradario MapQuest
Stampa la scheda di MUSEO DI SANTA GIULIA
Eventi in corso nei dintorni di MUSEO DI SANTA GIULIA

individua sulla mappa

 
presentazione
L’epoca longobarda ha lasciato in via Musei, l’antico decumano massimo della città romana, una delle più note e pregevoli testimonianze di questo popolo, il monastero di San Salvatore - Santa Giulia. Questo sorge su un’area archeologica fra le più ricche della città, dove si sono trovate tracce di insediamenti che partono dall’Età del Ferro per arrivare ai Longobardi. Al suo interno sono visitabili resti di domus romane, la basilica altomedioevale di San Salvatore, il Coro delle Monache, la Chiesa di Santa Giulia e il sacello di Santa Maria in Solario dove è esposto il Tesoro di Santa Giulia. Si fonde e integra con il monastero l’area espositiva del Museo della Città, uno dei più importanti complessi museali del nord Italia di oltre 13.000 mq, che richiama a Brescia quanti amano l’arte e la storia. Il museo espone oltre 11.000 reperti che accompagnano il visitatore dall’epoca preistorica all’età veneta, passando per l’età romana, quella longobarda e carolingia, attraverso l’età dei Comuni e quella delle Signorie. Gli ultimi ritrovamenti hanno permesso inoltre di musealizzare due grandi domus romane, la domus delle Fontane e la domus di Dioniso, che insieme costituiscono il complesso definito “domus dell’Ortaglia”. Al loro esterno, è stato realizzato un grande spazio verde, arricchito da oggetti funerari e resti architettonici, che ricostruisce un esempio di hortus e di viridarium, giardini che arricchivano le case romane.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram