VILLA TITTONI TRAVERSI - Desio 3143 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Allons Enfant/6
Reading Room
CINEMA
Reading Room
Lettera Aperta
PREVIEW
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche

VILLA TITTONI TRAVERSI


 [Vedi la foto originale]
Desio (Milano)
Via Giovanni Maria Lampugnani (20033)
+39 0362392240
prenota il tuo albergo a Desio:
Booking.com
Exibart.alert - tieni d'occhio VILLA TITTONI TRAVERSI
individua sulla mappa Exisat
individua VILLA TITTONI TRAVERSI sullo stradario MapQuest
Stampa la scheda di VILLA TITTONI TRAVERSI
Eventi in corso nei dintorni di VILLA TITTONI TRAVERSI

individua sulla mappa

 
presentazione
Al termine di via Lampugnani si trova Villa Cusani Tittoni Traversi, costruita nel Settecento su disegno dell'architetto Giuseppe Piermarini. Proprio al Piermarini, in collaborazione con il Villoresi, si deve la creazione del grandioso parco all’inglese.

Verso il 1840 il complesso fu notevolmente ampliato e ridisegnato dall'architetto bolognese Pelagio Palagi, che, oltre a curare le parti architettoniche, disegnò anche gli elementi decorativi interni. Il Palagi lavorò alla villa tra il 1817 e il 1846, innalzando nel parco un edificio in forma di torre gotica ed ampliando il palazzo. Questa costruzione si erge sul complesso dei fabbricati che anticamente costituivano un convento francescano. Gli antichi ambienti sono oggi occupati da una splendida collezione mineralogica, che è sicuramente a livello qualitativo tra le migliori di tutta Europa.

Il piano terra presenta sale decorate con elementi ricavati da stili diversi: neoclassico, gotico, barocco, arabo. Assai interessante è la cappella, dedicata a S. Francesco, eretta nel XVIII secolo, che presenta una ornamenti a stucco, e parti pittoriche realizzate dai fratelli Gerli.

Alle spalle della villa si apre il bel Parco Comunale, avanzo dei giardini che un tempo ornavano questa residenza di villeggiatura.

http://www.provincia.milano.it/turismo/

 
trovamostre