Ehsan Shayegh – La geografia del vivere. First Step 10

La geografia del vivere rappresenta l’unione simbolica di materie inorganiche: la pietra, la ceramica, lo smalto rosso servono a Shayegh per raccontare una personale cosmogonia che riunisce nei due nuclei scultorei l’origine primordiale, l’immagine di un buco nero, il big bang.