29 settembre 2018

L’India in bianco e nero

 

di

L’immenso archivio di fotografie di Tamabarahalli Subramanya Satyanarayana Iyer, conosciuto come TS Satyan, è ora disponibile online. Soprannominato “il padre del fotogiornalismo indiano” Satyan nacque a Mysuru nel 1923. Iniziò ad appassionarsi alla fotografia da ragazzo, e nel 1940 riuscì a comprarsi la sua prima macchinetta: da quel momento, per oltre 60 anni, fino al 2009, anno della morte, ha fotografato importanti eventi politici e personaggi del suo paese, tra cui Jawahral Nehru e Indira Ghandi. Ha lavorato lavorando come fotografo freelance per organizzazioni internazionali come l’OMS e l’UNICEF, collaborando anche con Illustrated Weekly of India, e le maggiori riviste straniere, come Time and Life. Negli anni il suo obiettivo ha raccontato anche le storie di persone comuni e piccoli momenti di vita quotidiana. La famiglia di Satyan ha recentemente donato il suo vasto archivio di fotografie, negativi e scritti al Museo d’Arte e Fotografia di Bangalore, che il 27 settembre ha iniziato l’opera di digitalizzazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui