fino al 7.IV.2007 - Artist’s Corner - Silvia Iorio - Roma, Auditorium Parco della Musica 3065 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
24/06/2019
Creare un'opera in galleria. A Parma il secondo appuntamento di ART in PROGRESS
24/06/2019
A Lucca torna LuBi, la Biennale internazionale della carta. Aperte le iscrizioni per partecipare all’evento
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 7.IV.2007
Artist’s Corner - Silvia Iorio
Roma, Auditorium Parco della Musica

   
 Invadere gli spazi vuoti o marginali dell’Auditorium trasformandone le normali funzioni attraverso gli interventi di giovani artisti. Per attuare una pausa nella normale geografia dei flussi dei visitatori… francesca franco 
 
pubblicato
È questa l’idea che ispira la rassegna Artist’s corner, curata da Anna Cestelli Guidi e Carla Subrizi coinvolgendo la Fondazione Musica per Roma nella produzione delle opere. Lavori che saranno esposti in dieci mostre che si succederanno con cadenza mensile fino a dicembre, con l’obiettivo di dare spazio a personalità artistiche emergenti distintesi per originalità e serietà di ricerca.
In concomitanza con il Festival della Matematica, la rassegna si apre con la mostra Chromatèma di Silvia Iorio (Roma, 1977), appositamente concepita per lo spazio dell’ex-guardaroba e incentrata su un’indagine minuziosa dei rapporti esistenti tra arte, musica e matematica. Per scoprire l’armonia vitale insita in enigmi, inganni e paradossi di un universo non più solo infinito, ma aleatorio, frattale e pluridimensionato. Fenomeni di caos apparente che la scienza cerca, da sempre, di comprendere nella logica di principi razionali, svelando dietro ai simboli misteriosi con i quali la Natura si esprime -e che per Baudelaire sono all’origine “dell’unità profonda e oscura” tra rappresentazioni legate a diverse modalità percettive e conoscitive– una rete di connessioni, spesso insospettate e sorprendenti, tracciata sin dal 1979 da Douglas Hofstadter in Gödel, Escher, Bach. Un’eterna ghirlanda brillante (Adelphi 1984).
Riscoprendo il valore progettuale di carta e inchiostro, Iorio ha realizzato, con la collaborazione del compositore Roberto Rey Marquez, dodici sculture musicali concepite come trasposizioni visivo-sonore di altrettanti concetti matematici. Invitando lo spettatore a verificare le segrete corrispondenze di un mondo complesso e iperbolico quanto la Stella di Spikey, irregolare e rugoso come il foglio accartocciato di F(x)=?, che assimila lo scarto e l’errore ad una funzione non funzionale.
Silvia Iorio, Poema Sinfonico Naturale – 2007 – stampa silver lambda su alluminio - cm 120x120 - (progetto) - definizione matematica: evento aleatorio - concept audio: progetto di partitura astratta
Un mondo in cui il Vuoto è tutt’altro che il nulla, la spirale è una serie di cerchi concentrici (Spirale di Fraser) e il caos ha un ordine deterministico tutto suo (Diagramma di Feigenbaum). Dinamico quanto l’infinito racchiuso nel Lituo di MacLaurin, imprevedibile come il ciclone che in Poema Sinfonico Naturale (stampa lambda su alluminio) rompe l’ordinata linearità di una partitura astratta per orchestra a 21 parti, destinata ad essere liberamente interpretata da sei musicisti e riprodotta sotto forma di suite su cd-rom (in preparazione). Per arrivare in fine riconoscere, attraverso la simmetrica bellezza del Palindromo di Dubner e l’enigmatica casistica del Cubo di Rubik, il valore conoscitivo racchiuso nel quadrato magico del Sator e in quello alchemico della Melanconia di Dürer, ribadito dalla presenza della pietra filosofale, rappresentata dalla Sfera in marmo nero collocata al centro dell’installazione. Forma originaria della perfezione dell’universo, ma anche immagine dell’instabilità e del capriccio del caso. Sulla sua superficie ruotano, dipanandosi da un medesimo punto, sette pentagrammi, a tracciare un flusso musicale perpetuo articolato su un canone a sette tempi, tanti quanti sono i colori dello spettro solare.

francesca franco
mostra visitata il 9 marzo 2007


dal 9 marzo al 7 aprile 2007 - Artist’s Corner - Silvia Iorio: Chromatèma
Auditorium Parco della Musica, Viale Pietro De Coubertin 34 - 00196 Roma
Ingresso libero - tutti i giorni dalle 11 alle 18 - domenica dalle 10 alle 18 (possono variare, verificare sempre via telefono) - +39 0680241436 (info) / www.auditorium.com / info@musicaperroma.it
a cura di Anna Cestelli Guidi e Carla Subrizi


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di francesca franco
vedi calendario delle mostre nella provincia Roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Anna Cestelli Guidi, Baudelaire, Carla Subrizi, Douglas Hofstadter, Dürer, Francesca Franco, Johann Sebastian Bach, Kurt Gödel, Maurits Cornelis Escher, Roberto Rey Marquez, Silvia Iorio
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram