Sanlorenzo Arts Venice, il nuovo polo culturale di Venezia parte con Pistoletto

di - 12 Aprile 2024

Un’azienda leader nella progettazione e costruzione di yacht naviga in acque sicure nella Laguna, soprattutto se si naviga sulla corrente dell’arte contemporanea: Sanlorenzo, la “boutique” della nautica, fondata alla fine degli anni ’50, ha annunciato il “varo” di un nuovo spazio artistico e culturale a Venezia, la cui inaugurazione è prevista nel 2025. Ma intanto i primi progetti di Sanlorenzo Arts Venice saranno svelati il 18 aprile, durante la 60ma Biennale d’arte, quando si salperà con la benedizione di Michelangelo Pistoletto, invitato a realizzare un’installazione monumentale site-specific per lo storico palazzo veneziano, situato a pochi passi dalla Basilica di Santa Maria della Salute, al cospetto del Canal Grande, che ospiterà il nuovo centro artistico e la sede principale della Fondazione Sanlorenzo, istituita nel 2021. Gli interni sono attualmente in fase di restauro da parte dall’architetto Piero Lissoni, Art Director di Sanlorenzo dal 2018, e negli spazi saranno esposte in futuro anche altre opere d’arte della collezione permanente del brand.

Michelangelo Pistoletto, Third Paradise Quick Response, Sanlorenzo Venezia

«La Biennale d’Arte di Venezia è il contesto perfetto per presentare il nostro progetto in collaborazione con Michelangelo Pistoletto», ha dichiarato Massimo Perotti, che ha acquisito l’azienda nel 2005. «La sua visione artistica e il nostro impegno per l’innovazione e la sostenibilità si fondono in questa straordinaria installazione che incarna i valori fondamentali di Sanlorenzo e anticipa il lancio del nostro ambizioso progetto Sanlorenzo Arts Venice. Da sempre crediamo che ci sia un legame intrinseco tra il mondo dell’arte e quello della nautica, e questo progetto rappresenta il nostro impegno a unire creatività e artigianalità nei nostri yacht, trasformando il mare in una tela su cui dipingere esperienze straordinarie», ha continuato il CEO di Sanlorenzo che, negli ultimi anni, ha sviluppato diverse collaborazione con artisti e designer, nell’ambito del programma Sanlorenzo Arts.

Rodolfo Dordoni, Citterio Viel, Patricia Urquiola, Studio Liaigre e lo stesso Piero Lissoni, sono alcuni degli autori che hanno firmato i progetti di interior degli yacht Sanlorenzo che, nel 2020, ha vinto il Compasso d’Oro ADI con l’installazione Sanlorenzo: Il mare a Milano, in collaborazione con la Triennale di Milano. Dal 2020 al 2022, inoltre, Sanlorenzo è stato institutional patron della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, mentre dal 2018 al 2023, con un accordo in esclusiva per il settore dello yachting, Sanlorenzo è stato Global Host Partner di Art Basel, la fiera d’arte moderna e contemporanea più importante al mondo, per gli appuntamenti annuali di Hong Kong, Basilea, Parigi e Miami Beach. Ancora a Venezia, inoltre, Sanlorenzo ha partecipato anche come main sponsor all’organizzazione del Padiglione Italia alla 59ma Eposizione Internazionale d’Arte, sostenendo il progetto di Gian Maria Tosatti, curato da Eugenio Viola.

La nuova sede di Sanlorenzo Arts Venice diventerà dunque «Un luogo di incontro e confronto tra arte, design, innovazione e natura, sottolineando l’impegno di Sanlorenzo nel promuovere nuovi linguaggi creativi e nel contribuire alla produzione di cultura e design di qualità», spiegano gli organizzatori. «Michelangelo Pistoletto ha traghettato la storia dell’arte portandola nella società e per la società», così Cristiano Seganfreddo, curatore del progetto, introduce l’intervento dell’artista per Sanlorenzo Arts Venice. «Ha reinventato il ventesimo secolo e le avanguardie con la quarta dimensione spazio-tempo per portarci con il Terzo Paradiso ad una nuova sintesi che guarda all’umanità integrata nell’universo. La collaborazione con Sanlorenzo, l’azienda visionaria del Made In Italy, rappresenta una via progettuale innovativa dove il mondo della produzione e dell‘industria entra in un dialogo fitto e fattivo, reale e possibile per il cambiamento e per l’ambiente. Arte e industria, arte e produzione: questo è un progetto reale e possibile. Non una semplice installazione ma un programma per il futuro».

Intitolata Third Paradise Quick Response, l’opera verrà realizzata nei cantieri di Sanlorenzo, sarà composta da tre cerchi inanellati a rappresentare l’ormai famosissimo Terzo Paradiso che, nelle intenzioni dell’artista, sancisce l’unione degli opposti e rappresenta la sintesi di un equilibrio tra elementi in conflitto.

Articoli recenti

  • Fotografia

Other Identity #113. Altre forme di identità culturali e pubbliche: Edoardo Pasero

Other Identity è la rubrica dedicata al racconto delle nuove identità visive e culturali e della loro rappresentazione nel terzo…

25 Maggio 2024 12:11
  • Mostre

Instabilità quotidiana: arte contemporanea a Palazzo Bronzo di Genova

Il disagio agiato e la nuova carne: tre giovani artisti in mostra a Palazzo Bronzo di Genova, per svelare il…

25 Maggio 2024 10:10
  • Progetti e iniziative

Visionaria: il viaggio di Alessandra Carloni nel mondo di Italo Calvino

L’archetipo del viaggio, attraverso le pagine di Italo Calvino, in 40 opere: la Galleria DADART presenta la mostra di Alessandra…

25 Maggio 2024 8:23
  • Mercato

Il Ponte Casa d’Aste: di gatti futuristi e altri lotti fuori dal comune

I maestri dell'arte moderna e contemporanea vanno in vendita a Milano, da Sam Francis a Giacomo Balla. Ne abbiamo parlato…

25 Maggio 2024 6:24
  • Mostre

La più grande retrospettiva di Federica Marangoni è in mostra a Venezia

Fino al 24 novembre 2024 sarà visitabile l'esposizione "Federica Marangoni. ON THE ROAD 1970-2024. Non solo vetro", presso il Museo del…

25 Maggio 2024 0:03
  • Mercato

Dorotheum: all’asta volano Klimt, Warhol e Picabia

Ottimi traguardi anche per gli italiani Mario Ceroli e Toti Scialoja. Sguardo agli highlights della Contemporary Week

24 Maggio 2024 18:19