Categorie: Mostre

La più grande retrospettiva di Federica Marangoni è in mostra a Venezia

di - 25 Maggio 2024

Già dal titolo comprendiamo che l’occasione in corso al Museo del Vetro di Murano, a cura di Chiara Squarcina e della stessa artista, non solo offrirà all’osservatore una panoramica della variegata esperienza di Federica Marangoni, esplorando differenti tecniche e materiali, ma presenterà inoltre il suo excursus artistico, dalle prime sperimentazioni degli anni ’70 sino alla maturità acquisita ad oggi.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano

La mostra che si snoda, labirintica, nelle varie ed ampie zone del museo, e che si conclude nel giardino interno nel quale sono esposte alcune delle installazioni più grandi dell’artista, presenta la centralità del neon all’interno della sua produzione. Emblema di ciò lo è Il Filo Conduttore, 2015, installazione avvenuta in occasione della 56. Biennale d’Arte, durante la quale il filo rosso in neon, avvolto nella grande bobina qui esposta, venne disteso lungo la facciata di Ca’ Pesaro. Il neon è solo uno dei tanti materiali e tecniche utilizzati dalla Marangoni nel corso degli anni, noti sono anche i suoi lavori legati al video, in particolare nell’opera Continuità,1993, e gli studi legati al design di oggetti vitrei, realizzati in collaborazione con grandi maestri, fra questi Signoretto.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano

«Speriamo che tutto questo serva per lasciare la traccia», questo è l’obbiettivo di Federica Marangoni. Tutta la sua arte è infatti strettamente legata all’idea di «non perdere mai di vista questo fil-rouge a cui attacchi tutti gli eventi della tua vita e le persone a cui sei legato». Questo filo rosso diviene perciò un archivio personale di ricordi, emozioni e sperimentazioni, che, se richiamato a sé, può servirci per rievocare in noi esperienze passate, permettendoci di riviverle e ricordarle.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano

Ed è proprio ciò che ha fatto Federica, riprendendo dal filo della sua vita artistica le “farfalle”, sperimentazione della fine degli anni ’70, ricordate dalle opere La danza del fuoco, 1978 o in The trap, 1984, per la realizzazione di alcuni suoi progetti più recenti. Così come riprese alcuni suoi studi legati al design del vetro, per la creazione di Scomposizione di un Volo, 2023, esposta in Piazza San Marco durante l’esposizione Murano Illumina il Mondo.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano

La sua arte vuole condurci ad una riflessione intorno alla vita, e non solo al vetro, come suggerisce lo stesso titolo dell’esposizione, portandoci a consideralo, oltre che materiale duttile e resistente, anche portatore di significati, connessioni, memorie e trasformazioni. Federica Marangoni. ON THE ROAD 1970-2024. Non solo vetro rappresenta dunque un’occasione per immergersi nel mondo di un’artista che ha saputo fondere innovazione e tradizione, offrendo al pubblico una nuova e affascinante prospettiva su ciò che l’arte può rappresentare.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano
Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia, exhibition view Museo del Vetro, Murano

Articoli recenti

  • Mostre

Romantica e onirica, sensuale e carnale: è Sang A Han, ed è a Milano

Pittura orientale tradizionale, come i Sansu-hwa, dipinti di paesaggi dell'epoca Josen e Gwaneum-do, le icone buddiste che rispecchiano i desideri…

14 Giugno 2024 0:02
  • Mostre

Art Basel: 5 mostre da non perdere nei giorni della super fiera

Dal "Summer Show" alla Fondazione Beyeler ai neon di Dan Flavin al Kunstmuseum. Guida alle mostre in corso tra Basilea…

13 Giugno 2024 22:33
  • Arte contemporanea

Diversità sonora e cura dell’ascolto: due appuntamenti al Padiglione Italia

Continuano gli appuntamenti del public program del Padiglione Italia di Massimo Bartolini e Luca Cerizza alla 60ma Biennale d’arte di…

13 Giugno 2024 17:44
  • Arte contemporanea

Roma attraverso Expodemic Festival: giro tra Prati e Monteverde

In occasione della seconda edizione di Expodemic, il Festival diffuso delle Accademie e degli Istituti di Cultura stranieri a Roma,…

13 Giugno 2024 14:00
  • Progetti e iniziative

L’estate 2024 di Magazzino Italian Art, gli appuntamenti in programma

Cinema in Piazza, approfondimenti su Carla Lonzi e il femminismo, concerti e cucina italiana: Magazzino Italian Art di New York…

13 Giugno 2024 12:10
  • Progetti e iniziative

Il contemporaneo entra a Santa Maria della Scala di Siena: annunciato il programma biennale

La Fondazione Antico Ospedale Santa Maria della Scala di Siena presenta il programma 2024-2026, ricco di mostre ed eventi culturali,…

13 Giugno 2024 10:58