Categorie: Libri ed editoria

Fare arte e vivere in comunità, ecologicamente: “The edge of equilibrium” di Camilla Boemio

Pubblicato a luglio 2021 da Vanillaedizioni, “The edge of equilibrium” di Camilla Boemio raccoglie saggi, conversazioni e progetti d’artista per riflettere sul fare arte e sul vivere in comunità, in sintonia con la natura. Curatrice e critica d’arte contemporanea, l’autrice ha ha messo insieme un dialogo a più voci che sia d’ispirazione in questa fase di profonda disgregazione portata dalla pandemia. Dopo Art Verona e Artissima, “The edge of equilibrium” sarà presentato nello stand dell’editore presso la nuova fiera di Roma Arte In Nuvola.

The edge of equilibrium: Camilla Boemio su natura, co-esistenza e arte contemporanea

«Possiamo condurre vite appaganti mentre sosteniamo l’ambiente da cui dipendono il nostro benessere e il nostro sostentamento?». Così Camilla Boemio interroga il lettore, nelle prime pagine del capitolo primo “The eco-radical forms of community”. Una riflessione che in qualche modo enuncia quanto è alla base della ricerca dell’autrice. L’amore e la difesa per la natura, i principi di co-esistenza con gli altri e l’arte contemporanea: questi i punti essenziali da cui è scaturito “The edge of equilibrium”. In questo modo, in un periodo di grande cambiamento per la vita sociale, in cui la figura del singolo si delinea più nettamente rispetto a quella del gruppo, Camilla Boemio riconduce il pensiero sulla comunità.

Camilla Boemio, “The edge of equilibrium”, (Vanillaedizioni, 2021).

Appunto, sono le forme di comunità il comune denominatore degli interventi presenti in questo volume, diversi in forma di conversazione. In una narrazione espansa, si offre un quadro ampio delle comunità d’arte, dei modi di vivere alternativi basati sul senso ecologico. “The edge of equilibrium” riunisce una molteplicità di interpretazioni sui temi dei gruppi d’arte non mainstream, delle comunità rurali e dell’attivismo di matrice etica-ecologica.

Un racconto corale

In un disegno polifonico, Camilla Boemio ha chiamato a esporsi su questi temi diverse personalità. Ognuna di queste ha restituito una nuova prospettiva a partire dalla propria pratica. Infatti, si parla di comunità dell’arte contemporanea – e oltre – che attuano progetti in linea con l’attivismo, la consapevolezza e l’etica, di pari passo con l’estetica. Inizialmente, in una parte introduttiva, si ricordano anche esperienze influenti per le generazioni d’artisti più vicini a noi, come l’esposizione “The Earth Art” (1969), poi l’autrice lascia spazio a un racconto a più voci.

Production stills, Magic Mountains, Dane Howell, 2020.more

Così, leggiamo di “Magic Mountains”, un progetto di Zanny Begg in risposta alla pandemia che si lega alle radici in un senso metaforico ma anche pratico. Di David Spero che con la serie “Settlements” documenta fotograficamente un piccolo numero di comunità e individui che in Gran Bretagna costruiscono ed esplorano modi di vivere alternativi, a basso impatto. Poi di Oliver Ressler in dialogo con Brandon Bauer su “Catastrophe Bonds” (2017). Di Marco Ranieri, la cui ricerca artistica è strettamente legata all’etica ecologica; di Laura Cionci, artista che lavora per riattivare il potenziale energetico umano in relazione alla biodiversità e al territorio. Questi sono solo alcuni dei tanti interventi che stimolano nuove forme di pensiero, di esistenza e di ricerca, costituendo quel breve atlante di arte e vita che è “The edge of equilibrium”, a cura di Camilla Boemio.

Condividi
Pubblicato da
Tag: ambiente arte relazionale camilla boemio David Spero ecological art Laura Cionci Oliver Ressler The Edge of Equilibrium Vanillaedizioni

Articoli recenti

  • Progetti e iniziative

Arte e Spazio Pubblico: le giornate di studio della Scuola Beni Culturali

Cinque giornate di studio online per approfondire il dialogo tra Arte e Spazio Pubblico: al via il progetto della Direzione…

22 Gennaio 2022 12:34
  • Mercato

Bonhams, va all’asta una piroga di 4000 anni

Stava per bruciare in un falò. Ora andrà in vendita al miglior offerente, tra i tesori della Jim Lennon Collection

22 Gennaio 2022 11:00
  • Attualità

Decreto Legge Sostegni: nel 2022, 111 milioni di euro per la cultura

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge Sostegni Ter, che rinnova gli aiuti ai settori colpiti dalla pandemia…

22 Gennaio 2022 10:11
  • Mercato

Il Casino dell’Aurora rimane invenduto? Per il FAI è meglio così

«L’auspicio è che anche le prossime aste vadano deserte»: così il neo-presidente del Fondo Ambiente Italiano commenta la mancata aggiudicazione…

22 Gennaio 2022 7:55
  • Opening

Galleria Eduardo Secci: le due nuove mostre in arrivo negli spazi di Firenze

Dal 29 gennaio a Firenze, nelle sale della galleria Eduardo Secci e nel suo nuovo spazio NOVO, inaugureranno due progetti espositivi:…

22 Gennaio 2022 1:38
  • Arte contemporanea

“L’alba blu” di Giovanni Gaggia. Intervista all’artista

Prorogata la mostra “Ho visto un’alba blu”, a cura di Livia Savorelli, che conclude il progetto di Giovanni Gaggia con…

22 Gennaio 2022 0:03