BRAFA, posticipata l’edizione 2022

«BRAFA postponed!», annuncia la storica fiera di arte e antiquariato di Bruxelles. E la motivazione è quella a cui, da quasi due anni, siamo tristemente abituati: «Alla luce del peggioramento della situazione sanitaria in Europa e anche in Belgio», leggiamo sul comunicato stampa, «il consiglio di amministrazione ha preso la difficile decisione di rinviare BRAFA 2022, prevista da domenica 23 gennaio a domenica 30 gennaio 2022, negli spazi del Tour & Taxis di Bruxelles».

Proprio un mese fa vi anticipavamo (qui) i primi dettagli della nuova edizione, con un totale di 134 galleristi da 14 Paesi e ben 10 gallerie dall’Italia – con nomi che includevano, tra gli altri, Paolo Antonacci, Robertaebasta, W. Apolloni e Cortesi Gallery. Tre giorni fa, invece, la notizia del primo caso europeo di variante sudafricana, confermato proprio in Belgio. Ci risiamo, quindi? Ci aspetta un nuovo giro di aperture e chiusure internazionali?

In attesa di scoprire gli sviluppi, condividiamo le parole di Harold t’Kint de Roodebeke, Presidente di BRAFA: «C’era una reale volontà di organizzare l’evento per i 134 espositori di 14 paesi confermati per questa edizione 2022 e per il nostro fedele pubblico di visitatori. Tuttavia, a causa della situazione sanitaria sfavorevole, è ormai impossibile organizzare BRAFA come la conosciamo, amichevole e accogliente, e né i visitatori del Belgio né quelli stranieri avrebbero potuto partecipare all’evento in condizioni ottimali. Certo, si tratta di una decisione estremamente difficile, ma è preferibile rinviare la fiera al 2023 per avere un’edizione che corrisponda perfettamente all’entusiasmo e alle aspettative dei nostri visitatori. La nostra priorità attuale è quella di sostenere i nostri espositori. Faremo del nostro meglio per trovare un’alternativa per il 2022 e per preparare le basi per la futura edizione del 2023. Vorrei ringraziare calorosamente tutti i nostri espositori e partner, il nostro ospite d’onore Arne Quinze, e il nostro sponsor principale, Delen Private Bank, per il loro sostegno e tutto il prezioso lavoro che hanno fatto finora nella preparazione della fiera». Restiamo sintonizzati.

Articoli recenti

  • Progetti e iniziative

Arte e Spazio Pubblico: le giornate di studio della Scuola Beni Culturali

Cinque giornate di studio online per approfondire il dialogo tra Arte e Spazio Pubblico: al via il progetto della Direzione…

22 Gennaio 2022 12:34
  • Mercato

Bonhams, va all’asta una piroga di 4000 anni

Stava per bruciare in un falò. Ora andrà in vendita al miglior offerente, tra i tesori della Jim Lennon Collection

22 Gennaio 2022 11:00
  • Attualità

Decreto Legge Sostegni: nel 2022, 111 milioni di euro per la cultura

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge Sostegni Ter, che rinnova gli aiuti ai settori colpiti dalla pandemia…

22 Gennaio 2022 10:11
  • Mercato

Il Casino dell’Aurora rimane invenduto? Per il FAI è meglio così

«L’auspicio è che anche le prossime aste vadano deserte»: così il neo-presidente del Fondo Ambiente Italiano commenta la mancata aggiudicazione…

22 Gennaio 2022 7:55
  • Opening

Galleria Eduardo Secci: le due nuove mostre in arrivo negli spazi di Firenze

Dal 29 gennaio a Firenze, nelle sale della galleria Eduardo Secci e nel suo nuovo spazio NOVO, inaugureranno due progetti espositivi:…

22 Gennaio 2022 1:38
  • Arte contemporanea

“L’alba blu” di Giovanni Gaggia. Intervista all’artista

Prorogata la mostra “Ho visto un’alba blu”, a cura di Livia Savorelli, che conclude il progetto di Giovanni Gaggia con…

22 Gennaio 2022 0:03