Arte e Spazio Pubblico: le giornate di studio della Scuola Beni Culturali

Cinque giornate di studio online, per approfondire un tema sempre attuale e urgente ormai da qualche anno, anche grazie all’emergere dei movimenti Black Lives Matter, che hanno riacceso la discussione, in particolare, sui concetti di rappresentazione legati alla forma – e alla sostanza – del monumento: il dialogo tra “Arte e Spazio Pubblico” è al centro del progetto a cura della DGCC – Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali. Si parte lunedì, 24 gennaio, per proseguire il 25 e 31 gennaio e l’1 e l’11 febbraio, un’occasione di riflessione sulle modalità di interazione, tanto armoniche quanto talvolta conflittuali, tra questi due grandi ambiti.

Il progetto ha le sue basi a luglio 2021, quando è stata avviata una fase di studio affidata a esperti e specialisti chiamati a individuare e perimetrare le tematiche di maggiore attualità legate dibattito sull’arte contemporanea nello spazio pubblico. Il gruppo di lavoro composto da Stefano Boccalini, Costanza Meli e Alessandra Pioselli si è occupato di “Spazio e territori”; “Conoscenza e promozione” è stato il tema al quale hanno lavorato Alessandra Acocella, Claudia Collina, Maura Romano, Federica Pesce, Chiara Veninata; “Politiche e pratiche” è l’argomento approfondito da Laura Barreca, Marina Pugliese, Marco Trulli; Alessandro Candido, Alessandra Donati, Marco Ciari hanno lavorato su “Questioni di diritto”, mentre Michela Cardinali, Renata Pintus, Ilaria Saccani sulle “Questioni di conservazione. Questi gli ambiti tematici individuati dagli esperti e per approfondire i quali è stata lanciata una call for abstract, da settembre a novembre 2021, per presentare le proposte di partecipazione alle successive giornate di studio.

Nelle prime quattro giornate (24-25-31 gennaio e 1 febbraio 2022), sono previsti interventi da parte dei relatori e tavoli di lavoro e discussione: per ciascuna giornata, una sessione plenaria e un successivo tavolo tematico, aperti all’ascolto di tutti. La giornata conclusiva (11 febbraio 2022) offrirà una sintesi di quanto emerso nelle precedenti quattro giornate, attraverso il contributo dei rappresentanti dei tavoli tematici e di altri esperti

L’intera iniziativa è ospitata dalla piattaforma di formazione a distanza della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali: fad.fondazionescuolapatrimonio.it. Per partecipare è sufficiente iscriversi alla piattaforma e agli incontri di interesse, che possono essere trovati nella sezione “Catalogo”. L’iscrizione alla piattaforma e la fruizione di tutte le sue attività sono totalmente gratuite.

Gli esiti dell’attività di ricerca e dei contributi raccolti durante lo svolgimento dei tavoli tematici saranno oggetto di una pubblicazione.

Condividi
Pubblicato da
Tag: arte pubblica DGCC – Direzione Generale Creatività Contemporanea fondazione scuola progetti online

Articoli recenti

  • Fumetti e illustrazione

Allegri Illustratori, parte da Milano il progetto che unisce arte e vino

Negli spazi di e/n enoteca naturale, a Milano, SuperNaturale presenta la prima tappa di Allegri Illustratori: 10 artisti per reinterpretare…

16 Maggio 2022 9:12
  • Mercato

Vezzoli e Fedez, l’asta benefica a sostegno di TOG

La doppia scultura di Vezzoli, cover dell’ultimo album di Fedez, sarà battuta stasera da Sotheby’s. Appuntamento alla Triennale di Milano

16 Maggio 2022 8:45
  • Bandi e concorsi

‘Every food is a landscape’: l’open call di BJCEM, per artisti under 35

L’associazione internazionale BJCEM-Biennale des jeunes créateurs de l'Europe et de la Méditerranée lancia un'open call internazionale per la selezione di…

16 Maggio 2022 1:51
  • Arte contemporanea

Le poesie industriali di Marcel Broodthaers, al MASI

Il MASI Lugano celebra il lato più pop del poeta, scrittore e geniale maestro dell’arte concettuale: Marcel Broodthaers. Partendo dall'intervista…

16 Maggio 2022 1:14
  • Architettura

Rivoluzionare il teatro. Rem Koolhaas progetta il Taipei Performing Arts Center

Apre al pubblico il Taipei Performing Arts Center ( TPAC), l’innovativo teatro concepito da Rem Koolhaas (OMA)

16 Maggio 2022 0:30
  • Arte contemporanea

Bologna Art To Date #4: un giro in centro, tra mostre e grandi installazioni

Per l'ultimo giorno di Arte Fiera e a chiusura di Art Week, un bel giro nel centro di Bologna, tra…

15 Maggio 2022 13:04