L’Armory Show porta l’arte contemporanea agli US Open di New York

Spettacolo in campo ma anche fuori. Perché negli Stati Uniti sanno bene come ampliare l’offerta anche al di là delle linee di gioco. L’Armory Show, la storica esposizione di New York incentrata in particolare sull’arte statunitense, e la USTA – United States Tennis Association, che si occupa dell’organizzazione degli US Open, uno dei più importanti tornei di tennis al mondo, hanno annunciato una nuova partnership che farà felici tutti. Durante o giorni della competizione che attira appassionati da ogni parte del mondo, saranno allestite varie installazioni ambientali, proprio in prossimità degli iconici campi in cemento di Flushing Meadows, nel Queens. Possiamo immaginare che il dialogo tra i tifosi di Rafael Nadal e Serena Williams e il pubblico dell’arte contemporanea sarà scoppiettante, oltre che visivamente significativo. Insomma, materia per il grande fotografo Martin Parr, che proprio al tennis – o meglio – ai suoi spettatori, ha dedicato alcune delle sue serie più belle.

La partnership rientra nell’ambito di Armory Off-Site, programma che prevede la presentazione di opere d’arte nelle aree pubbliche della città, parallelo a quello dell’esposizione principale, che riunisce alcune delle gallerie più influenti al mondo e la cui prossima edizione si terrà dal 9 all’11 settembre al Jacob Javits Convention Center, a Manhattan, in concomitanza con la fase finale degli US Open. «Questa collaborazione porta un pezzo dell’Armory Show agli US Open e ai suoi visitatori, promettendo di avviare conversazioni importanti sui lavori dinamici in mostra», ha affermato Nicole Berry, Direttore esecutivo di The Armory Show. «Armory Off-Site agli US Open mette in evidenza come settembre sia un mese fondamentale per il pubblico internazionale che si trova a New York. Non vediamo l’ora di costruire su questa partnership per molti anni a venire, fornendo una piattaforma per gli artisti e una ricca esperienza per i visitatori degli US Open».

Prendendo spunto dalla campagna sociale “Be Open”, lanciata dall’USTA nel 2020, il programma d’arte contemporanea includerà opere di artisti di etnie o minoranze sottorappresentate, come il nigeriano Gerald Chukwuma, della Galleria Kristin Hjellegjerde, il messicano Jose Dávila, galleria Sean Kelly, oltre che di Luzene Hill, Myles Nurse e Carolyn Salas.

«Questo è un passo emozionante nella continua integrazione tra le arti agli US Open», ha affermato Nicole Kankam, amministratore delegato marketing dell’USTA. «La campagna Be Open è stata una piattaforma per il tennis e gli US Open per sostenere voci diverse e creative e una partnership con l’Armory Show, una delle istituzioni culturali più di lunga data di New York, amplierà solo il nostro impegno a rappresentare quei valori».

Articoli recenti

  • Mostre

Otto dipinti di Jean Dubuffet in mostra per la prima volta a Parigi

A settembre la Galerie Lelong & co di Parigi presenterà per la prima volta al pubblico i Paysages du Val-de-Marne…

15 Agosto 2022 0:30
  • Mostre

‘Scelte Apparizioni’: Braconi, El Asmar, Modica a D3082 alla Domus Civica Art Gallery, Venezia

La mostra "Scelte Apparizioni" raccoglie tre opere di Lara Ilaria Braconi, Elena El Asmar e Concetta Modica negli spazi di…

15 Agosto 2022 0:02
  • Mercato

Stranger Things! Gli oggetti più curiosi passati all’asta (da gennaio a oggi)

Dinosauri, meteoriti, perfino un kit anti-vampiro. La nostra rassegna sui lotti insoliti del primo semestre 2022

14 Agosto 2022 23:46
  • Arte contemporanea

Castelbasso: Aryan Ozmaei e Francesco Lauretta uniti nel rito

Come Ozmaei, anche Lauretta esplora la dimensione del rito: a Castelbasso un doppio dialogo tra l'artista iraniana e l'artista siciliano,…

14 Agosto 2022 16:21
  • exibart.prize

exibart prize incontra Giovanna Rigattieri

Anche se spesso la natura delle mie opere è cupa e nostalgica, in realtà l’elemento fondamentale per me è il…

14 Agosto 2022 9:26
  • Mostre

Le opere di Daniele Basso al Santuario di Oropa, tra arte e spiritualità

Le opere di Daniele Basso in mostra nel complesso monumentale del Santuario di Oropa: un percorso espositivo, curato da Irene…

14 Agosto 2022 8:52