MADAME POMPIDOU 3115 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

MADAME POMPIDOU

   
 Donne, solo ed esclusivamente donne. È l’allestimento tematico del parigino Pompidou fino alla prossima primavera. Una parata di artiste che hanno attraversato il XX secolo, per arrivare alle soglie dei nostri tempi. Tutte raccolte in una panoramica dichiarata “ni féminin ni féministe”... emanuela genesio 
 
pubblicato
Da qualche anno il Pompidou ha scelto di muovere il ricco patrimonio delle collezioni permanenti per grandi temi - al modo della Tate - compiendo un’azione di peso, coraggiosa e quindi rischiosa.
Dopo Big Bang (2005) e Mouvement des Images (2006-07), Elles è in realtà un allestimento due volte tematico: la donna-artista è il grande contenitore monografico, ma una serie di sottocategorie cronologico-concettuali scandisce l’insieme delle sale di tutto il quarto piano, con una piccola appendice al quinto (l’inizio della visita).
Libertà curatoriale e filologia scientifica si affiancano senza stridere in questa nuova veste al femminile del Pompidou, anche negli allestimenti, semplici ma efficaci (è sufficiente la leggera curva di un setto per far scattare nella mente dello spettatore un rinvio all’elemento femminile). Per mostrare come la scelta del tema non scada mai in un facile spot propagandistico e i soggetti tendano effettivamente a definire specificità che la problematica della donna-artista solleva.
Si pensi a una delle scelte organizzative compiute dalla curatrice Camille Morineau: Physiques è il tema monografico che raggruppa più sale, Corps slogan è il nome della sezione divisa in La Belle et la Bête, Corpographie e Corps événement, sottocategorie che raccolgono opere di Orlan, Ana Mendieta, Marina Abramovic, Jana Sterbak e Atsuko Tanaka.
Sebbene quest’operazione non abbia particolari velleità di provocazione, è vero che sia il metodo sia il soggetto possono risultare audaci anche agli occhi più esperti. Una motivazione è ovvia: ancora oggi il mondo dell’arte dei grandi musei è maschile. Iscrivere la storia del femminile nella storia dell’arte - per di più attingendo all’antropologia, alla sociologia e ad altre discipline affini - può significare incrinare la storia e la sua metodologia.
Sophie Calle - L'Hôtel - 1981 - veduta paziale dell'installazione - Centre Pompidou, Paris - photo Georges Meguerditchian
Il risultato di questo scorcio”, sostiene Morineau, “attuato su una ‘vecchia’ istituzione rivela l’istituzione stessa (il problema del genere) almeno quanto il contesto e i suoi macrocambiamenti (la storia del gusto), nonché l’evoluzione del museo in generale”. E conclude seccamente: Farlo era il minimo”.
Dove “farlo” significa ripensare a una collezione permanente sulla base di opere presenti all’interno di un museo che non si era necessariamente posto il problema della storia dell’arte al femminile durante il periodo delle grandi acquisizioni.
Ed è allora che si comprende come le oltre cinquecento opere create da più di duecento artiste costituiscano un patrimonio ricchissimo, una feconda base di partenza per studi che possono generare novità nella formulazione di una nuova critica: “Il motore di una critica generalizzata dei modi di rappresentazione” attraverso il femminile, continua la curatrice.
Annette Messager - Les Piques - 1992-93 - installazione - Centre Pompidou, Paris - photo Philippe Migeat
Come da tradizione, il museo accompagna l’evento con una folta serie d’iniziative multidisciplinari, mirate a diffonderlo e approfondirlo: conferenze, performance, film rigorosamente in rosa accompagnano e vivacizzano l’operazione artistica. Un sito internet estremamente curato consente inoltre di preparare nel dettaglio la visita al museo e di consultare documenti inediti e produzioni video originali, costantemente variate fino alla chiusura dell’evento.

articoli correlati
Lyotard curatore al Pompidou

emanuela genesio


dal 27 maggio 2009 al 24 maggio 2010
Elles@centrepompidou
a cura di Camille Morineau
Centre Georges Pompidou
Place George Pompidou - 75004 Paris
Orario: da mercoledì a lunedì ore 11-21
Ingresso: intero € 12/10; ridotto € 9/8
Info: tel. +33 0144781233;
elles.centrepompidou.fr

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di emanuela genesio
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Ana Mendieta, Atsuko Tanaka, Camille Morineau, Jana Sterbak, Marina Abramovic, Orlan
 

trovamostre
@exibart on instagram