fino al 5.I.2003 - Jake & Dinos Chapman - Groningen, Groninger Museum 3055 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/04/2019
Il Whitney Museum di New York mette online le risorse sulla sua biennale
20/04/2019
Le squadre della Eredivisie giocano a calcio con Rembrandt
19/04/2019
Whisky e arte a go go, nella nuova distilleria di Bob Dylan
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 5.I.2003
Jake & Dinos Chapman
Groningen, Groninger Museum

   
 L’estetica perversa dei fratelli Chapman. Siamo andati a vedere la prima importante esposizione europea di questi piccoli-grandi della Young British Art. Talenti colti e monelli dell'arte inglese... Fabio Antonio Capitanio 
 
pubblicato
C'era una volta un artista puro, appassionato, alla costante ricerca di un’emozione da catturare, di una bellezza da ritrarre, di un amore da descrivere. Poi sono arrivati i fratelli Jake e Dinos Chapman e l'hanno smaciullato!
I Chapman sbarcano a Groningen con i loro scherzi irriverenti. Manufatti, pressofusioni e assemblaggi assurdi per espressione e contenuti caratterizzano un'opera priva di mediazione e di elaborazione: un vero e proprio meteorite che si sfracella nel museo cittadino di questa tranquilla e fredda città del nord.Jake & Dinos Chapman
Dalle fuckfaces ai mutoidi, arti, genitali ed organi vari vengono miscelati ed invertiti in fantasiosissime combinazioni.
Soldatini, bambole, modellini, Disney e McDonalds , tutto ricrea quell'immaginario truce e cinico, ma sempre innocente, che solo i giochi d’infanzia hanno.
I "fratellini" sono due monelli pestiferi che si divertono a fare scherzi alla platea. Sembra quasi di sentirli ridacchiare quando una anziana visitatrice si ferma davanti a "Übermensch", 1995. L'opera è singolare: da una rupe di tre metri pende Stephen Hawkings, il fisico tetraplegico inglese; come se non bastasse, il titolo si rifà proprio a “quella” ideologia della razza ariana!
L'intenzione dei due è chiara fin dalla prima sala dove sono esposti i lavori presentati all’esame di disegno: svogliati schizzi quà e repliche (di Hirst ) là, esposti con tanto di verbale finale: un’evidente presa per i fondelli. Segue una ricca raccolta di fuckfaces, bambole a gradezza naturale con genitali assortiti al posto dei connotati, tra queste "Zygotic acceleration", 1995. Affascinante la raccolta della grafica di “Disasters of war”, 2001, oscuri palcoscenici calcati da clown, soldati nazisti, cadaveri con contorno di mutilazioni, svastiche e teschi vari. In ordine cronologico, poi, “Übermensch” e “Arbeit Mc Fries (If you eat meat, digest this)” (foto in basso), 2000, infine, e finalmente, il pezzo più pregiato della mostra: Hell, 1999-2000.
La realizzazione di questa visione apocalittica, ispirata da Böchlin e dalle “Cronache di guerra” di Goya, ha impegnato gli artisti per due anni in un lavoro certosino. L’opera si divide in nove terraria di tre metri l’uno disposti a forma di svastica. Centinaia di miniature di soldati nazisti, mutoidi, uomini, brandelli, cadaveri, scheletri, teschi e poi modellini di macchine, capannoni, MacDonalds, recinti e trenini rigurgitati da un vulcano centrale sormontato da un fungo atomico, dipingono Jake & Dinos Chapman, Arbeit Mc Fries, 2001 l’inferno secondo i Chapman. Gli originalissimi terraria ricreano un’ambientazione unica che unisce fast food a fosse comuni e a campi di concentramento, dove ogni atrocità inimmaginabile prende corpo. Il capolavoro dei Chapman sconvolge per forza e dovizia di dettagli riuscendo in uno sconquassamento totale. Chi era entrato per vedere una mostra d’arte, qui, stenta a rimanere in piedi.
Questi due “signori delle mosche” non ammettono discussioni, o si amano o si odiano. Ma come detestare chi riesce a vivere ancora in questa ingenua e beata fanciullezza?

articoli correlati
La storia della Young British Art

fabio antonio capitanio
mostra vista il 30 novembre 2002


’Jake & Dinos Chapman’, Groninger Museum, Museumeiland 1, 9711 ME Groningen,The Netherlands,
tel. + 31 (0)50 3666555
http://www.groninger-museum.nl
Costo del biglietto 6 Euro
Aperto dal martedi’ alla domenica dalle 10 alle 17
Il museo dispone di un café-ristorante italiano


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Fabio Antonio Capitanio
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Dinos Chapman, Goya, Hirst, Jake e Dinos Chapman
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram