fino al 5.III.2011 - Gonçalo Sena - Milano, Enrico Fornello 3063 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
22/05/2019
Storie di gioielli. Pompei e le Cicladi scoprono i loro tesori
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 5.III.2011
Gonçalo Sena
Milano, Enrico Fornello

   
 Un lago in Siberia e una leggenda antica. Due colonne che segnano un passaggio. La forma della dissoluzione dei limiti diventa prospettiva teoretica. Un nuovo metodo di accesso alla sfera della visione... ginevra bria 
 
pubblicato
Gonçalo Sena (Cascais, 1984; vive a Berlino e Lisbona) marca il territorio e segna il nostro limite visivo attraverso l'ideazione di strutture archeologiche ambientali. Negli spazi della Galleria Fornello, il giovane artista portoghese si manifesta con incisione, installando due colonne in cemento armato, unite da un'enorme lastra polivinilica trasparente e accompagnate da una serie di alcune fotografie.
Il progetto, dal titolo Due linee in un lago + Colonna in silenzio, rivela indicazioni miliari di nec plus ultra, limiti mitologici trasposti come echi di una realtà ancestrale. Nella brevità di un linguaggio urbano, l'artista dà dunque forma a solidi avamposti liminari, realizzati con possibilità di rese effimere (si veda il tappeto alla base di una delle due colonne).
La nota critica avverte: "Assistiamo a una liturgia della ‘manifestazione del limite’ in cui sculture e fotografie, rilevate da una recente permanenza dell’artista nel sud della Siberia, si fanno contemporaneamente vanitas, ammonimento e monumento, inscenando così la visitazione del nunc in cui il bordo della visione non può darsi che in enigma e in ‘apologo’”.
Il percorso di questa personale, infatti, prende l'avvio durante un pomeriggio, la scorsa estate. L'artista cattura alcune fotografie sulle rive di un lago. All'interno degli scatti, il vento tira le chiome degli arbusti e fa volare come bandiere le frange di tessuti colorati, manti di cui sono fasciate antiche colonne di pietra. Gli scorci mostrano le vestigia perpendicolari di un Tempio del Cielo e della Terra, un luogo circondato da diverse forze, ma privo di abbandoni sacri, di rituali ciclici e di connotazioni geografiche.
Gonçalo Sena - Due linee in un lago + Colonna in silenzio - veduta della mostra presso la Galleria Enrico Fornello, Milano 2011
Ispirato da quelle frontiere litiche, Sena rievoca le leggende del lago, conferendo posizione netta a circoscrizioni di limiti estremi. Codici di lettura realizzati come paesaggi esteriori, orli posti sulla soglia con la conoscenza. L'esistenza di un varco presunto, in galleria, si trasforma in un segnale memore, un totem apotropaico che pone un veto strutturale alla rappresentazione della realtà. Le colonne di cemento, unite da una lastra trasparente, diventano quindi semantica nozionale. L'operazione artistica di Sena consiste nel porzionare territori su cartografie allusive, mappe che demandano al nulla e alle sue paure le demarcazioni esplorative della conoscenza umana.
Non a caso, infatti, la leggenda di rituali di passaggio si lega, in Due linee in un lago + Colonna in silenzio, a due elementi architettonici non portanti. Dal contrasto temporale di entrambe le dimensioni, campi del reale e dell'immaginario, ne nasce un'inesprimibile quantificazione della spinta interiore, producendo nel visitatore un'adesione percettiva che traghetta follemente oltre.
Gonçalo Sena - Due linee in un lago + Colonna in silenzio - veduta della mostra presso la Galleria Enrico Fornello, Milano 2011
Seppur laconica e solitaria, questa prima personale di Sena lascia intendere la costituzione delle tematiche alle quali fa riferimento senza forzare richiami né schemi espressivi. Resta infine da premiare la condensazione artificiale dei lavori, tracce estetiche forti di procedure intermediali.

ginevra bria
mostra visitata il 18 gennaio 2011


dal 19 gennaio al 5 marzo 2011
Gonçalo Sena -
Due linee in un lago + Colonna in silenzio
Galleria Enrico Fornello 2
Via Massimiano, 25 (zona Ventura) - 20134 Milano
Orario: da martedì a sabato ore 14-19
Ingresso libero
Info: tel./fax +39 023012012;
info@enricofornello.it; www.enricofornello.it

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di ginevra bria
vedi calendario delle mostre nella provincia Milano
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Enrico Fornello, ginevra bria, Goncalo Sena
 

1 commento trovato 

23/02/2011
teresa
due colonne insignificanti...

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram