fino al 5.VI.2005 - U_move - Monfalcone, La Comunale 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 5.VI.2005
U_move
Monfalcone, La Comunale

   
 Il filo rosso dell’utopia come cartina tornasole di una selezione di video. Un progetto che spazia dal digitale alla pellicola senza ansie di anacronismo. Un ampio ventaglio di proposte: da Fluxus fino ad alcune proiezioni in prima visione in Italia. Sogni inediti. A La Comunale di Monfalcone è di scena U_Move… claudio musso 
 
pubblicato
Si parte dalle registrazioni più storiche di un panorama prettamente documentaristico anni ’70, per arrivare agli ultimi spasmi dinamici di un’utopia in crisi. E’ forte la pressione sullo schermo del dito di Vito Acconci (Centers, 1971, 22’.28), che ci percuote in tono d’accusa, con la tensione di chi tenta di comunicare ad un “mondo sordo”. Altrettanto pregnante il monologo pindarico di Jordan Wolfson (The Crisis, 2004, 4’) che, fuori di metafora, si interroga, con il piglio di un’intervista, sul ruolo dell’arte e dell’artista.
L’allestimento –molto curato per l’occasione– sembra non farci percepire lo scarto tra produzione e riproduzione, facendosi guidare dal rigore filologico della presentazione delle opere e dall’oculato sfruttamento degli spazi. Il tentativo di offrire uno spaccato dell’esperienza della videoarte (se così è lecito denominarla), si impone su quello di creare un percorso, lasciando le opere libere da interpretazioni e prive di confronti prestabiliti.
Allontanate da un divario più che trentennale, si legano, in uno strano paradosso, il Tentativo di volo; (1970, 9’.38) di Gino De Dominicis e il volo (con truculento epilogo) del protagonista nel video di Oliver Pietch Maybe not (2005, 4’.25).
Si rincorrono il capovolgimento della visione prospettica, attuato in maniera dinamica da Bruce Nauman già nel 1968, in Revolving Upside Down e l’elogio di una bidimensionalità cartacea, composto in una struttura installativa da Jonathan Monk, in Searching for the Center of a Sheet of A4 Paper (2002, 20’).

Il nesso tematico è riproposto tra la costruzione video documentata della Spiral Jetty di Robert Smithson (1970, 32’) e la contemplativa passeggiata su ciò che resta dell’intervento Land-Art nel video di Deborah Ligorio (Donut to Spiral, 2004, 7’).
Diverso è il clima sperimentale e collaborativo della Anna Sanders Film. You Should Be The Next Astronaut è il titolo profetico con cui Charles De Meaux conclude il suo breve, ma intenso lavoro (2004, trailer 1’). La flebile e compassata intermittenza di bagliori in Boy from Mars (2003, filmato 10’.39) di Philippe Parreno, che pulsa come un rilassato e costante battito cardiaco, carica la location di un attributo cosmico, extraterrestre.
Il coronamento dell’utopia si presenta come l’ultimo atto di uno sfogo visionario: è lo scrosciante e commosso applauso in Bliss and Heaven (2003, 7’.30) di Jasper Just.

articoli correlati
On Air, il catalogo

claudio musso
mostra visitata il 21 maggio 2005


U_MOVE: utopia e immagine in movimento - a cura di Andrea Bruciati - Monfalcone (Gorizia) - LACOMUNALE – Galleria d’Arte Contemporanea - Piazza Camillo Benso conte di Covour – 34074 - orario: tutti i giorni dalle 20 alle 23 fino al 5.VI.2005- ingresso: libero - per informazioni:+39 0481494369 (info), +39 0481494352 (fax) - galleria@comune.monfalcone.go.it

[exibart]



strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di claudio musso
vedi calendario delle mostre nella provincia Gorizia
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Andrea Bruciati, Bruce Nauman, CHARLES DE MEAUX, Claudio Musso, Deborah Ligorio, Fluxus, Gino De Dominicis, Jonathan Monk, Jordan Wolfson, Philippe Parreno, Robert Smithson, Vito Acconci
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram