fino al 24.IX.2010 - Alessandra Di Francesco - Roma, Galleria Maniero 3149 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 24.IX.2010
Alessandra Di Francesco
Roma, Galleria Maniero

   
 L’antico affiora dalla trama. Personaggi che arrivano da lontano per sfidare l’appiattimento e l’omologazione. Alla ricerca di integrità e consistenza... manuela de leonardis 
 
pubblicato
Il non finito svela la sfera emozionale: Alessandra Di Francesco (Roma, 1965) mette ordine riducendo, togliendo, alleggerendo la superficie pittorica. Un processo - tanto mentale quanto fisico - che nasce da una sfida personale, nutrita dall’"esigenza di far pace con le tecnologie per digerire questa tempesta d’informazioni”.
Partendo, negli anni passati, da una pittura minuziosa che si avvaleva della tecnica del rigatino (utilizzata nel restauro per ricucire le lacune), attraverso l’elaborazione dell’idea del filo, del ricamo, del tessuto e della trama, collegati al meccanismo del network, l’artista arriva a questo nuovo ciclo di ritratti, tutti datati 2010, caratterizzati dalla leggerezza.
Altrove era John Everett Millais o Lorenzo Lotto, ora nei "giganti” che accolgono lo spettatore nella galleria di via dell’Arancio ritroviamo la citazione di un personaggio maschile settecentesco preso da Anton Raphael Mengs, pittore particolarmente amato da Di Francesco. Alessandra Di Francesco - Taglio corto - 2010 - olio su tela - cm 90x70 - courtesy Galleria Maniero, RomaQuanto alla scelta di dipingere figure intere, leggermente più grandi del reale, è un tentativo di riappropriazione di quella frammentazione che "investe” l’individuo nella contemporaneità. Da qui il gioco di parole del titolo della mostra, In-vestiti, teorizzazione dell’abito/tessuto in quanto veicolo metaforico di appartenenza.
L’ambiguità del non finito e dei tratti fisionomici dei ritratti, al confine tra una categoria sessuale e l’altra - figli, perciò, di un tutto esistenziale - insieme a trama e pattern che si liberano dell’ossessività della reiterazione, per entrare e uscire dalla materia pittorica con estrema disinvoltura, sembrano muoversi in punta di piedi. Magari con quel particolare passo della danza classica che si chiama pas de bourrèe, per citare il titolo della seconda personale della pittrice, ospitata nel 2003 in questo stesso spazio espositivo (il primo appuntamento, invece, è stato Imbastire legami crea trame segui il filo nel 2001). "Il pas de bourrèe è un passo bellissimo”, afferma Alessandra Di Francesco. "Per fare un passo avanti bisogna farne due indietro. In questo concetto c’è tutto il mio lavoro”.
Tra i volti ritratti, alcuni dei quali recuperati dalle riviste di moda o dal mondo dello spettacolo, quello dell’attore spagnolo Javier Bardem, che in Screen off è associato alla veduta romana di Castel Sant’Angelo: sintesi di una visione che parte sempre dal passato (che sia documento, opera d’arte o vissuto personale), per inquadrarlo in una dimensione di attualità.
Alessandra Di Francesco - In-vestiti - veduta della mostra presso la Galleria Maniero, Roma 2010
Nel motto "qui ora”, infatti, è racchiusa la sua poetica che guarda a maestri di tutte le epoche, tra cui Tiziano, Baselitz e soprattutto Munch: "In lui c’è già Pina Bausch e Bergman”. L’incontro con Pina Bausch, in particolare, è stato "salvifico”. Negli anni ’80 Alessandra, per scrivere la tesi di laurea sulla coreografa, partì in autostop alla volta di Wuppertal, dove rimase per tre mesi, vivendo con la Bausch e la sua compagnia: "Ho sentito subito una perfetta sintonia con lei e il suo teatro. Mi affascina la totalità del suo linguaggio: corpo, teatro, musica”.

articoli correlati
In collettiva a Miglianico

manuela de leonardis
mostra visitata il 7 luglio 2010


dall'otto luglio al 24 settembre 2010
Alessandra Di Francesco - In-vestiti

a cura di Giovanna dalla Chiesa
Galleria Maniero
Via dell’Arancio, 79 (zona Campo Marzio) - 00186 Roma

Orario: da lunedì a venerdì ore 16-20 o su appuntamento

Ingresso libero

Catalogo disponibile
Info: tel./fax +39 0668807116; galleriamaniero@fastwebnet.it; www.galleriamaniero.it

[exibart]

 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di manuela de leonardis
vedi calendario delle mostre nella provincia Roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Alessandra Di Francesco, Anton Raphael Mengs, Bergman, Georg Baselitz, Giovanna dalla Chiesa, Javier Bardem, John Everett Millais, Lorenzo Lotto, manuela de leonardis, Munch, Pina Bausch, Tiziano
 

trovamostre
@exibart on instagram