22 - 29 Aprile 2013 - Da Mars in mostra l'inadeguatezza del fare arte 3336 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
CINEMA
Reading Room
Allons Enfant/5
Lettera Aperta
PREVIEW
Senti chi Parla
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche
Thats contemporary
         
 

22 - 29 Aprile 2013
Da Mars in mostra l'inadeguatezza del fare arte

   
 Uno spazio di “pensiero indipendente incondizionato”. È così che si descrive Mars, spazio non-profit nato da un'idea di Lorenza Boisi che dal 2008 espone artisti e ricerche racchiuse in pochissimi metri quadrati.
di Francesca Baglietto
  
 
pubblicato lunedì 29 aprile 2013
Michele Bazzana, Nadi, 2012, metal, steelwire, bycicle brake, 80x10x30 cm courtesy MARSPatrick Tabarelli, Irecursive (2012) olio e acrilico su tela, 60x35 cm, courtesy MARS
Tetris, Mars, (2013), installation viewTiziano Martini, untitled, (2013) plaster, cardboard, bubble wrap, acrylic paint, spray paint, masking and american tape, nylon, steel, wood, dirt, 20z20x100 cm, courtesy MARS

In occasione della nuova stagione, Mars presenta TETRIS una mostra collettiva di Michele Bazzana, Tiziano Martini e Patrick Tabarelli. Un'altra volta lo spazio di Via Guido Guinizelli 6 diventa laboratorio di un progetto espositivo pensato ad hoc, stavolta frutto di una riflessione comune degli artisti sulla duttibilità e irrisolutezza del processo creativo sottostante all'opera d'arte. Ciò si traduce in un gioco di combinazioni eterogenee, quasi logico, dove ogni opera si incastra l'una all'altra. Se Martini, con le sue commistioni di materiali eterogenei, svela la componente performativa di un processo creativo a volte fallimentare; il lavoro di Bazzana traccia invece un percorso genealogico degli oggetti e materiali utilizzati. Infine, Tabarelli, attraverso una scrupolosa sistematicità, dimostra il distaccamento tra i pretesti iniziali dell'opera e la resa estetica derivata.
Ti sei perso le altre Milano week? Clicca qui

29 luglio 2014 - A un anno dall’apertura del Parco arte e natura di Malonno
Giugno 2014 - L'arte della giurisprudenza
18 - 25 maggio 2014 - Venti di Orfeo al Museo del Novecento
11 - 18 maggio 2014 - Milano da suonare con Piano City
28 aprile - 5 maggio 2014 - La fotografia conquista Milano
15 - 22 aprile 2014 - Video d'artista in pizzeria e sculture al McDonald's
6 – 13 aprile 2014 - Idee per sopravvivere al nostro futuro
17 - 24 marzo 2014 - S.O.S. FIERA - Uno sguardo fresco all’Italia del miart 2014
3 - 10 marzo 2014 - Napoleone: una storia singolare. Che oggi si fa il make-up
24 febbraio - 1 marzo 2014 - Micol Assel e la sua rassegna d’autore -
2 - 9 febbraio 2014 - La fata turchina arriva a Lambrate
19 - 26 gennaio 2014 - Rashid Rana a Milano


strumenti
invia la notizia ad un amico
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
inserisci un commento alla notizia

trovamostre