Fino al 28.III.2016 - AZ - Arturo Zavattini fotografo - Viaggi e cinema, 1950-1960 - Muse... 3030 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 28.III.2016
AZ - Arturo Zavattini fotografo
Viaggi e cinema, 1950-1960
Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Roma

   
  mariangela capozzi 
 
Fino al 28.III.2016 - AZ - Arturo Zavattini fotografo - Viaggi e cinema, 1950-1960 - Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Roma
pubblicato

Incredibile come riesca a risultare d’attualità il viaggio proposto dal Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso. Fortemente voluta dalla direttrice uscente Picciau e curata da Francesco Faeta e Giacomo Daniele Fragapane, la mostra "AZ - Arturo Zavattini fotografo Viaggi e cinema, 1950-1960", risponde ad una richiesta di riflessione che questi anni di crisi portano inevitabilmente con sé e che trova una straordinaria eco in altre esposizioni di grande successo, ospitate in città. 
Un certo concetto di "rovina”, memoria sconosciuta del passato e oscuro presagio del futuro, si apprezza entrando all’interno dell’esposizione direttamente nello scenario della Lucania degli anni cinquanta, ritratta dal fotografo Arturo Zavattini (Luzzara, 1930) in occasione della spedizione etnografica di Ernesto de Martino in quei luoghi.  Si prosegue poi in giro per un mondo vicino ma lontano nel tempo, fatto delle nostre grandi città, come Roma e Napoli, ma anche della Thailandia e di Cuba. Immagini che hanno accompagnato il lavoro del fotografo in ambito cinematografico, eredità del famoso padre Cesare Zavattini. 

Arturo Zavattini, Roma 1954-56

Viaggi e cinema è la doppia faccia di un tempo che fu, un attimo prima del boom economico e lontano dalla globalizzazione delle merci e della cultura, con una quotidianità fatta di anziani e bambini per strada ma anche di Fellini e De Sica distesi sull’erba a  divertirsi e a contaminare di visionaria creatività un’aria sgombra di onde e connessioni digitali. Seducente la sezione della mostra dedicata al rapporto del fotografo con i divi de cinema, colti in pose iconiche durante le pause dalla ripresa. Inedite le fotografie di Ernesto "Che” Guevara, incontrato quasi per caso, testimonianza di un tempo caratterizzato da un flusso vitale che solo il fermo immagine di un talento così sensibile, è in grado di cogliere e rendere sempre ed eternamente giovane. 

Mariangela Capozzi 
mostra visitata il 12 dicembre 2015

Dal 5 dicembre 2015 al 28 marzo 2016
AZ - Arturo Zavattini fotografo Viaggi e cinema, 1950-1960
Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari
Piazza Guglielmo Marconi, 8 – 00144 Roma
Orario: da martedì a sabato dalle 15:00 alle 19:00 o su appuntamento
Info: tel 06/5926148 - 06/5910709   ic-d@beniculturali.it  www.idea.mat.beniculturali.it

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di mariangela capozzi
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram