Alok Vaid-Menon 3077 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/01/2019
David Bowie è stato nominato dal pubblico del Regno Unito il più grande entertainer del XX secolo
19/01/2019
L’Urlo di Munch in bianco e nero, arriva a Londra
18/01/2019
Daniel Pennac non è gradito a Empoli: polemica per l'invito dello scrittore francese che difese Cesare Battisti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Alok Vaid-Menon

   
 Vedere ed essere visti, all’epoca dei social media siamo tutti esposti, ma quanti like e quanti follower sono necessari per sentirci amati? Quale effetto avrebbe l’odio di cui il web è colmo se venisse percepito come reale? Queste la domande che si pone Alok Vaid-Menon, artista di origine indiana, in Watching you/ Watch me.   
 
Alok Vaid-Menon
pubblicato

Nome, cognome, data e luogo di nascita
«Alok Vaid- Menon, 1991, College Station (Texas)».

In quale epoca e luogo vorresti essere nato?
«In una dimensione diversa, in un pianeta diverso».
 
Quale è la prima cosa che fai appena sveglio?
«Pensare a cosa indossare!»

Qual è il luogo che preferisci nella tua città?
«La metropolitana. Adoro osservare le persone ed immaginare le loro vite».

Quali sono i tuoi riferimenti visivi?
«Moda per bambini, Internet e mia madre».

Esiste un limite che non oltrepasseresti mai? Quale?
«Non credo nei confini».

Cosa è la fatica per te?
«Privazione spirituale».

Quale credi che sia la forza del tuo progetto per Live Works?
«Sto facendo questo per le persone transessuali e gender che non possono essere qui».

Cosa ti aspetti da questi giorni di permanenza?
«Incubazione: intellettuale; emotiva; artistica».

Un aggettivo che descriva il tuo "Supercontinent" ideale:
«Felice».

Roberta Pucci
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram