Fino al 26.I.2019 - Colormirror. Regine Schumann - Galleria Dep Art, Milano 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/03/2019
La storia di Galleria Borghese raccontata in un nuovo volume della Treccani
20/03/2019
Per questo fisico, la storia dell’arte si racconta con l’algoritmo dell’entropia
19/03/2019
L’open day della Rome University of Fine Arts, per rilanciare San Lorenzo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 26.I.2019
Colormirror. Regine Schumann
Galleria Dep Art, Milano

   
  Gaia Tonani 
 
Fino al 26.I.2019 - Colormirror. Regine Schumann - Galleria Dep Art, Milano
pubblicato

Martedì 30 ottobre 2018 è stata inaugurata la prima personale dell’artista Regine Schumann in Italia, dal titolo "Colomirror” presso la galleria Dep Art di Milano.
In mostra sono presentati gli ultimi lavori compiuti dall’artista che vedono la realizzazione di opere di diverso formato, costruite con materiali acrilici provenienti da diverse parti del mondo ed alcuni non più in commercio.
Regine Schumann da sempre interessata all’utilizzo del colore e facendo di esso un punto cardine della sua ricerca, inizia indagando la realizzazione e la tecnica degli affreschi, studiando però l’effetto percettivo e non quello della rappresentazione pittorica. 
Comincerà sperimentando l’utilizzo della pergamena tappezzata da cera d’api, per poi proseguire con dei tessuti elasticizzati; però gli effetti ottenuti non appagavano il suo essere così decise di indagare nuovi materiali sfociando poi nell’utilizzo del plexiglass acrilico.
Sono pannelli di vetro colorato e fluorescente che si modificano a contatto con l’energia luminosa, sia essa naturale o artificiale, donando differenti trasformazioni cromatiche e percettive.

null
Regine Schumann, Color Rainbow Orange Toronto Milan Us Two, 2018, vetro acrilico, 150x180x12 cm

La luce è il secondo perno nello studio di Regine Schumann e le sue realizzazioni cromatiche partono dalla teoria dei colori di Goethe, in cui i toni colorati nascono dall’influenza reciproca tra luce e buio.
Le superficie sono trattate diversamente, sono presenti quelle satinate che vengono contrapposte a quelle nitide riflettendo su di esse la luce e quelle realizzate a specchio che accolgono la luminosità fino a diventare una cosa sola.
Differenti percezioni si hanno anche tra l’unione delle opere sottoposte alla luce odierna piuttosto che notturna, in cui una velatura blu avvolge completamente le installazioni, modificando la nostra percezione e regalandoci una commovente esperienza sensoriale.
Ultimo elemento che completa la realizzazione del suo operato è rappresentato dall’aspetto architettonico che permette di inserire le opere in spazi differenti, modificandone completamente l’atmosfera e l’assetto rappresentativo.

Gaia Tonani
Mostra visitata il 30 ottobre

Dal 31 ottobre al 26 gennaio 2019
Galleria Dep Art – Via Comelico, 40 20135 Milano
Colormirror. Regine Schumann
Orari: da martedì a sabato ore 10.30 - 19; chiuso domenica e lunedì
Info: tel. 0236535620 | art@depart.it | www.depart.it  

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Gaia Tonani
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram