“Oro d’Italia” da Casoli De Luca, Roma 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
I capolavori degli Uffizi, raccontati dalle voci degli attori
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

“Oro d’Italia” da Casoli De Luca, Roma

   
   
 
“Oro d’Italia” da Casoli De Luca, Roma
pubblicato

Sabato 13 aprile negli spazi della Galleria Casoli De Luca, a Roma, inaugura la mostra "Oro d’Italia”, in collaborazione con lo Studio Geuna. È il terzo appuntamento espositivo nella galleria fondata nel 2018 dallo storico gallerista Sergio Casoli e dal collezionista Mattia De Luca, situata nel cuore della capitale, in Piazza di Campitelli, vicino a Piazza Venezia.
«"Oro d’Italia”- spiega il comunicato stampa - rilegge l’arte italiana del XX secolo, in particolare della seconda metà del Novecento, attraverso una selezione di opere di artisti italiani di fama internazionale che impiegano o hanno impiegato l’oro nella propria pratica artistica, secondo varie declinazioni di poetica, dalle rappresentazioni di storie sacre dei maestri tra il Trecento e il Cinquecento […] fino ad arrivare alla contemporaneità con le opere di alcuni tra gli artisti più rappresentativi della storia dell’arte italiana». 
Il percorso espositivo si articola in tre sezioni. Quella principale, – prosegue la galleria – «dedicata alla ricognizione dell’uso dell’oro nella ricerca artistica italiana del Novecento si apre con un dipinto su carta dorata di Giacomo Balla del 1913, sviluppandosi poi in un percorso che al suo interno comprende le opere di alcuni dei maggiori esponenti dell’arte italiana del secondo dopoguerra come Fausto Melotti, Alberto Burri, Lucio Fontana e Carla Accardi. In mostra, vi sarà anche un raro "Achrome” di Piero Manzoni, emblematico della ricerca a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta. La mostra prosegue con un nutrito nucleo di opere del gruppo dell’Arte Povera tra i quali Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Giuseppe Penone e di altri artisti della loro generazione, testimoniata dalla presenza di due opere a tecnica mista di Gino de Dominicis e due ceramiche di Luigi Ontani. Completano l’excursus sul tema dell’oro nella pittura e nella scultura italiana opere recenti di Maurizio Cattelan, Lara Favaretto, Chiara Fumai, Giovanni Rizzoli e un quadro a smalto su tela di Rudolf Stingel».
In una delle altre due sezioni della mostra sono esposti capolavori su fondo oro come la "Madonna con bambino” del Familiare del Boccati, attivo nella seconda metà del Quattrocento, e il "Crocifisso Corsi” del primo quarto del XIV secolo. L’ultima sezione, invece, è un progetto speciale dedicato al gioiello contemporaneo con le creazioni di artisti tra cui Lucio Fontana, Enrico Castellani e Jannis Kounellis.
Abbiamo posto alcune domande sulla mostra a Sergio Casoli e Mattia De Luca, fondatori della galleria. 
Come è nata la mostra e quale è il suo concept?
«Eravamo a Londra con Elena Geuna, e abbiamo trovato una scusa per fare una bella mostra. È come mostrare i gioielli di casa, in un momento in cui il nostro Paese ne ha molto bisogno. Narrare come gli artisti abbiano utilizzato l’oro nelle loro opere vuol dire raccontare come la spiritualità del Medioevo arrivi agli esiti astratti, altrettanto spirituali o provocatori del Novecento e della nostra epoca».
Che opere saranno in mostra e come è strutturato il percorso espositivo?
«È la selezione naturale della nostra ricerca. Saranno presenti in mostra più di cinquanta opere: la maggior parte di queste sono creazioni di grandi Maestri del Novecento come Balla, Fontana, Burri, Kounellis e Pistoletto per citarne solo alcuni. Saranno esposti dei fondo oro del Trecento e del Quattrocento e dei gioielli d’artista moderni». 
Come si inserisce questa mostra nella programmazione della galleria Casoli De Luca? Quali saranno le prossime mostre in galleria?
«Dopo le solo exhibitions di Lo Savio e Duchamp, questa sarà la prima mostra collettiva. Abbiamo deciso di omaggiare l’arte italiana, una parte imprescindibile della nostra identità. Fra settembre e ottobre torneremo con una personale di Salvatore Falci, artista del Gruppo dei Piombinesi: una retrospettiva dedicata alla sua Arte Relazionale e ai suoi interventi site-specific».

"Oro d’Italia”
Dal 13 aprile al 13 luglio 2019
Galleria Casoli De Luca 
Piazza di Campitelli 2, Roma
Opening: 13 aprile 2019, dalle 12.00 alle 19.00
Orari: dal martedì al sabato, dalle 10.00 alle 19.00
www.casolideluca.com, info@casolideluca.com
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram