Dal 1.VII.2000 al 15.XI.2000 - Un evento da non perdere - Arezzo, Palazzo del Comune 3090 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/07/2019
Nuova vita per il World Trade Center, che riparte con un Centro d’Arti Performative
16/07/2019
Riaperte al pubblico due delle piramidi più antiche d’Egitto
15/07/2019
Una cooperazione Carabinieri-FBI riporta in Italia due preziosi reperti dagli USA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Dal 1.VII.2000 al 15.XI.2000
Un evento da non perdere
Arezzo, Palazzo del Comune

   
 Dopo un lungo periodo all’estero torna in Europa uno dei più suggestivi tesori del Rinascimento. La Madonna dei Fusi di Leonardo da Vinci fu infatti una delle immagini sacre più ammirate e autorevoli del Maestro  
 
pubblicato
L’opera è stata acquistata di recente da un privato che ha acconsentito alla richiesta di esporla per un breve periodo. Torna così in Europa dopo un esilio di trentacinque anni una delle pià ammirate opere di Leonardo. La Madonna dei Fusi verrà esposta ad Arezzo, zona dove il dipinto è stato ambientato e caro a Leonardo.
L’esecuzione risale intorno ai primi anni del 1500, quando Leonardo eseguì per il convento dell'Annunziata il cartone di un San Giovannino, una piccola Madonna e il primo grande cartone per Sant'Anna, la Madonna, il Bambino e san Giovannino. E’ probabilmente in questo periodo che lavora anche alla Madonna dei Fusi.
Il quadro venne commissionato al Maestro da Florimond Robertet, potente segretario di Stato del re di francia Luigi XII, come attesta la lettera di Pietro da Novellara scritta nel 1501 nella quale il Vicario informava la Marchesa di Mantova Isabella d’Este che Leonardo si sarebbe occupato del suo ritratto non appena avesse finito il lavoro per Robertet.
Nella stessa lettera si legge che la composizione a cui lavora Leonardo è una Madonna con il Bambino “che sede come se volesse inastare fusi e come desideroso dessa Croce ride et tienla salda non la volendo cedere alla mamma che pare gliela voglia torre".
Il paesaggio che fa da sfondo alle due figure è quello aretino che Leonardo conosceva bene e che da buon perfezionista riproduce fedelmente nei minimi particolari.
Infatti agli inizi del 1500 Leonardo fu incaricato come ingegnere militare e idraulico da Pier Soderini, per il progetto della deviazione e la canalizzazione dell'Arno.
Leonardo
Per questo i suoi studi si indirizzarono non solo al territorio fiorentino e pisano ma anche al Valdarno Superiore, alle valli aretine.
Realtà che intervennero tanto nella Gioconda, nella Vergine delle Rocce e nella vergine e Sant’Anna quanto nella Madonna dei Fusi.
Lo sfondo gode di una precisazione topografica incredibile: a sinistra del volto della Madonna è possibile intravedere i Calanchi del Valdarno, mentre a valle il paesaggio è quello di Buriano, ripercorrendo il preciso tratto dell’Arno.
L’esposizione della Madonna dei Fusi si presenta come un evento di portata scientifica e culturale unico ed irrepetibile per ammirare il dipinto in tutto il suo splendore.


Dal 1 luglio al 15 novembre 2000. Arezzo, Palazzo del Comune, piazza della Libertà, 1.Si catalogo. Per informazioni e prenotazioni: info@leonardoatarezzo.org

[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Leonardo da Vinci
 

14 commenti trovati  

07/12/2000
Roberto, Palermo/Italia
Grazie per avere dato momenti di dolcezza incredibili. Mi spiace solo che ho appreso dell'evento, quando era ormai troppo tardi!

13/11/2000
R.DM., Italy
Il dipinto era descritto in una lettera che Pietro da Novellara scrisse a Isabella d'Este nel 1501 come "Madonna che siede come se volesse inaspare fusi". L'aspo con cui gioca il Bambino suggerisce la forma della croce, secondo una modalità tipica dell'epoca che attribuisce al Bambino i simboli della Passione. E' splendido!

09/11/2000
ERIKA E SARA, RIETI
FAVOLOSA,ANCHE IL PIù MISERO DEI VISITATORI NON PUò CHE RIMANERVI ESTASIATO.AREZZO POI RIMANE SEMPRE UNA DELLE CITTà TOSCANE PIù BELLE IN ASSOLUTO!!!

18/10/2000
Antonello Locatelli, Perugia
Si fanno pagare carissimi e mettono le opera al contrario? Questa è davvero grossaaaaa

17/10/2000
ROBERTA, VARANO MARCHESI - ITALIA
HO VISTO LA MADONNA A LUGLIO ED è VERAMENTE SPLENDIDA.
PECCATO CHE LA COPIA DEL PROGETTO, ESEGUITO DA LEONARDO ,PER IL PONTE DI AREZZO SIA STATO ESPOSTO CAPOVOLTO!!
UNA SVISTA VERAMENTE GRAVE.
ED ANCHE IL PREZZO DELLA MOSTRA NON è PRORPIO POPOLARE.


07/10/2000
Nunzia, Napoli ,italia
Spero di venire presto ad Arezzo per ammirare questa splendida opera dato che Leonardo é uno dei pittori che preferisco oltre Botticelli e Velasquez

07/10/2000
Massimo, Rovigo
Leonardo genio iconoclasta, da gustare.

05/10/2000
Giuseppe Fredi
Si, scusate e l'orario?

04/10/2000
Andrea
Com'è possibile? Neanche l'orario di apertura della mostra su Leonardo!

02/10/2000
lucia, firenze
Dall'immagine proposta il quadro sembra di ineffabile bellezza e dolcezza. La vostra scheda è sobria ma esauriente. Spero di venire presto a vedere la mostra.
Il restauro di Piero della Francesca l'ho già visto... (è un di più, ma siamo sempre ad Arezzo). Ciao.


29/09/2000
Alessio, Arezzo
Ma cosa sono tutti sti commenti sdolcinati !!! Ma che vi è preso??

29/09/2000
Pippo
Per quelli che hanno inserito i commenti precedenti:
Siete ancora vivi?
SMETTETELA.


07/09/2000
serena, Bari
Caro Mimo amore mio,
andiamo a vederla dal vivo???


06/09/2000
Daniela
Caro Tesorino, ti andrebbe di accompagnarmi a vedere questa mostra?
So che le icone non ti piacciono, ma appena ho visto l'immagine mi è venuta voglia di vederla dal vivo.

Bacioni
Dani


Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram