fino all’11.XII.2004 - Piero Pizzi Cannella – Le Mappe del Mondo - Roma, Teatro India 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino all’11.XII.2004
Piero Pizzi Cannella – Le Mappe del Mondo
Roma, Teatro India

   
 Continenti, oceani, atolli inesistenti. Cartografia immaginaria di un mondo che non c’è. O che ci potrebbe essere. Un po’ itinerario di viaggio, un po’ ciclo esistenziale. Dieci tele inedite, per indicare un percorso possibile… Valentina Correr 
 
pubblicato
Appese ad un'altezza di otto metri lungo le pareti del foyer del Teatro India, le grandi tele di Piero Pizzi Cannella sembrano un vero e proprio ciclo di affreschi. L'aula rettangolare, il soffitto molto alto a capriate, l'ingresso su un lato breve e quello opposto occupato da una tela di vaste dimensioni, conferiscono all'ambiente una parvenza decisamente basilicale. E proprio come in una chiesa il ciclo della navata conduce a quello absidale, ci troviamo di fronte ad un percorso, un viaggio fatto di tante mappe. Ma i riflettori puntati e lo scorcio di un palco ricordano pure la finzione dello spazio scenico, lasciando ad ognuno la propria interpretazione.
Le tele stesse portano in luoghi immaginari, sono come le definisce l'artista "mappe per andar via" o "mappe di pace". Il riferimento al presente è d'obbligo come lo fu Diari di guerra, mostra del 1991 a ridosso della Guerra del Golfo. Ma i contorni di continenti inesistenti non tolgono alle opere il loro carattere figurativo, le tele sono al tempo stesso terreno in cui ha trovato sfogo l'istinto e l'azione della mano dell'artista e spunto di riflessione. Come evidenziato da Achille Bonito Oliva, curatore della mostra e autore del testo nell’eccellente catalogo, i finti continenti galleggiano sulla tela in modo assolutamente bidimensionale, in modo che mai lo sguardo dello spettatore si possa fermare ostacolato da "ricatti visivi o blocchi d'attenzione".
Piero Pizzi Cannella Le cattedrali cm 290x520
Il disegno e la pittura si fondono, sconfinando l'uno dentro l'altra, così il colore scivola fuori dai contorni tracciati dalla matita, ma allo stesso tempo il segno resiste sotto i colpi della materia corposa gettata dal pennello. L'occhio del visitatore sta alla mappa come la mano del pittore sta alla natura. Pizzi Cannella diventa demiurgo del creato come lo spettatore lo è del suo viaggio immaginario. Della carta geografica tout court rimangono reticolati, particolari di paesaggi a cui si sovrappongono sequenze numeriche come in Almanacco, bandiere (dipinte da Rossella Fumasoni) come in Mappa d'Oriente. O ancora le scure Cattedrali, le successioni lunari di Luna o Luna Nuova e le costellazioni della Mappa delle Stelle.
Piero Pizzi Cannella Almanacco cm 290x500
Di queste tele (tutte circa 3x7 metri) inedite e datate 2002-2004, sono esposti in un'altra sala bozzetti e disegni preparatori. Una decina in tutto sia su tela che su carta, hanno la stessa corposità di materia delle loro versioni definitive. Icastiche alla stregua di un mosaico ravennate, avventurose come un poema omerico, per accompagnare ognuno nel proprio viaggio.

articoli correlati
Piero Pizzi Cannella e Antonio Cos alla otto gallery di Bologna
Nottambulo, da Alessandro Bagnai

valentina correr
mostra visitata il 20 novembre 2004


Piero Pizzi Cannella - Le Mappe del Mondo
a cura di Achille Bonito Oliva
Teatro India (via Luigi Pierantoni 6; portuense)
12 novembre - 11 dicembre
da martedì a domenica 16 - 20 lunedì chiuso
Ingresso libero
Catalogo ed. Gli Ori 60 euro


[exibart]


 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Valentina Correr
vedi calendario delle mostre nella provincia roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Achille Bonito Oliva, Alessandro Bagnai, Dem, Pizzi Cannella, Rossella Fumasoni, valentina correr
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram