architettura_resoconti - Christian Kerez - Mendrisio, Accademia di Architettura 3059 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

architettura_resoconti
Christian Kerez
Mendrisio, Accademia di Architettura

   
 Una retrospettiva che consentiva di curiosare per un pomeriggio nella bottega di un architetto. Plastici in evoluzione, bozzetti, schizzi e fotografie nella galleria dell’Accademia ticinese. Ossia, vent’anni di ricerca sullo spazio di un venezuelano, svizzero d’adozione... valia barriello 
 
pubblicato
Christian Kerez (Maracaibo, 1962; vive a Zurigo) ha esposto il lavoro degli ultimi vent’anni di carriera in una mostra che ha goduto di una particolare leggerezza per la chiarezza dell’allestimento e la linearità dei progetti visibili. È Svizzera italiana, ma pur sempre Svizzera. Ecco infatti, all’ingresso, una pila di piantine con la planimetria ragionata dell’unica sala dedicata alla rassegna. Davvero impossibile perdersene un particolare.
La lunga stanza rettangolare è ribassata rispetto al corridoio di accesso. Tramite delle scale laterali si entra e ci si mette in disparte, il tempo che occorre per visitare l’esposizione. I progetti sono raccontati attraverso plastici, fotografie di Kerez stesso e disegni. Proprio i modelli sembrano essere il supporto progettuale più adatto al suo metodo. Cemento, cartone, gesso, depafit, scotch di ogni tipo, scarti di compensato e legno vengono assemblati con senso particolare e velocità per studiare le possibili configurazioni dei progetti.
La capacità espressiva immediata dei modelli trasforma velocemente il normale visitatore in un incallito curioso. Eccolo avvicinarsi al plastico, girarvi attorno, sporgersi per notare rampe di scale interne, abbassarsi a vedere i percorsi scavati nel suolo e toccare le superfici per svelare la natura del materiale. Proprio questi modelli, tutti in scale differenti -dall’1:50 all’1:33 e all’1:10- riflettono l’idea che Kerez ha dell’architettura: un continuo studio sullo spazio.
Christian Kerez - veduta dell’allestimento presso l’Accademia di Architettura, Mendrisio 2008 - photo Valia Barriello
L’incessante ricerca formale e spaziale traspare nella definizione dei plastici che non sono finiti, sono spesso abbozzati o saldati precariamente tra loro con lo scotch, da quello di carta al nastro isolante. Kerez è consapevole che di definitivo nell’architettura non c’è nulla, si tratta di una ricerca continua. Lavora credendo in una progressione non finita dei modelli, un percorso che genera alternative e temi.
Affiancato ai modelli c’è poi il prodotto finito, l’edificio mostrato attraverso il suo iter progettuale. Dagli schizzi a mano alle piante esecutive, dettagli e planimetrie tutti ordinatamente disposti su tavoli, tra un modello e l’altro, completano la mostra. Alle pareti, grandi e suggestive foto scattate dall’architetto offrono un layer ulteriore della cura progettuale dedicata a ogni aspetto del costruito. Si tratta delle relazioni che la luce è in grado di instaurare, nei progetti finiti, con le superfici lisce e lineari.
Christian Kerez - veduta dell’allestimento presso l’Accademia di Architettura, Mendrisio 2008 - photo Valia Barriello
Ampio spazio è dedicato al nuovo Museo d’arte moderna di Varsavia, vincitore nel 2007 del concorso internazionale dedicato. La realizzazione del museo -destinato a sorgere nel centro della città, nelle vicinanze dell’edificio di 230 metri di altezza che ospita il Palazzo della Cultura e della Scienza- fa parte di un più ampio intervento di rivitalizzazione dell’area della capitale polacca ed è stato definito da Libeskind, membro della giuria, come un esempio di edificio d’avanguardia capace di armonizzarsi con il contesto.

valia barriello
mostra visitata il 15 marzo 2008


dal 21 febbraio al 21 marzo 2008
Christian Kerez - Progetti 1988–2007
AAM - Accademia di Architettura - Villa Argentina
Largo Bernasconi, 2 - 6850 Mendrisio
Info: tel. +41 0586665000; fax +41 0586665868; info@arch.unisi.ch; www.arch.unisi.ch


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di valia barriello
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Christian Kerez
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram