fino all'1.II.2009 - Testimonianze d'arte in Friuli - Pordenone, Ex Convento di San Francesco 3046 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino all'1.II.2009
Testimonianze d'arte in Friuli
Pordenone, Ex Convento di San Francesco

   
 Una sfilata di storia di oltre sei secoli. Riscoperte e restaurate, vengono restituite alla vista un centinaio di opere del territorio friulano. Spesso ospitate nelle collezioni dei musei e recentemente acquisite dalla Fondazione Crup... caterina skerl 
 
pubblicato
Concepita e proposta come un prezioso tesoro che si svela al pubblico, questa mostra dal carattere inedito - già ospitata nei mesi scorsi presso la Chiesa di San Francesco di Udine - accompagna il visitatore in una piacevole passeggiata nella storia dell’arte friulana. Le fa da cornice un ex convento, che offre a questa collezione un ambiente adatto a ospitare una raccolta così eterogenea.
Le opere, provenienti dalle raccolte dei Monti di Pietà del Friuli, sono state acquistate dalla Fondazione Crup con lo scopo di evitarne la dispersione e assicurarne la valorizzazione: ci sono esempi di miniatura secentesca, sculture, incisioni e dipinti che dal XV secolo arrivano sino agli anni ’70. Senza soluzione di continuità si attraversano sei secoli di storia, spaziando negli stili e nelle espressioni.
Dopo una sezione dedicata ai ritratti e ai paesaggi, è la Crocifissione del 1947 di Afro e Mirko Basaldella a colpire per forza e profondità. La ceramica lucida, i gialli e i blu squillanti, le figure allungate, la plastica espressionista del rilievo, la composizione rinascimentale declinata in chiave cubista fanno di quest’opera un raro esempio di arte sacra del Novecento. Che riesce a rispettare la coerenza con la modernità e a trasmettere, allo stesso tempo, il dramma di una scena religiosa senza essere imprigionata nella grammatica di un’iconografia secolare.
Mirko Basaldella - Bozzetto della cancellata delle Fosse Ardeatine - 1950 - carboncino e tempera su carta - cm 270x580
Nella sala centrale, fissata in sospensione, spicca un’altra opera imponente, anche per le dimensioni: è uno dei disegni preparatori realizzati nel 1949 da Mirko Basaldella per la cancellata del monumento delle Fosse Ardeatine. Impressionante il movimento dell’enorme intreccio di figure umane, che restituisce la sofferenza subita con toni solenni in cui, senza retorica, coesistono tragedia e celebrazione del dolore. Di altro carattere la statua raffigurante un Santo diacono e risalente alla fine del XV secolo, che testimonia l’importante tradizione di scultura lignea in territorio friulano. Colpiscono poi alcune tele con rappresentazioni della Pietà e della Deposizione, storicamente fra le più adatte a decorare gli Istituti dei Monti di Pietà. La Deposizione del veneziano Palma il Giovane, datata 1620, colpisce per la figura luminosa del Cristo che emerge dai toni cupi del fondo, mentre quella di Pomponio Amalteo (1576), di impianto più classico, trasmette una tensione drammatica sottolineata dai volti sofferenti del Cristo e della Vergine.
Pomponio Amalteo - Deposizione - 1576 - olio su tela - cm 200x200
Un prezioso vaso d’argento cesellato, tele del Settecento veneziano, arazzi astratti, aurei risalenti al periodo longobardo (alcuni dei quali generalmente in deposito presso il Museo Archeologico di Cividale) completano la rassegna, che si delinea non solo come mostra d’arte ma anche come ritratto della cultura e della storia di un territorio non ancora opportunamente valorizzato.

articoli correlati
San Giusto e la Trieste medievale

caterina skerl
mostra visitata il 5 dicembre 2008


dal 5 dicembre 2008 al primo febbraio 2009
Testimonianze d'arte in Friuli. Capolavori della Fondazione CRUP
a cura di Giuseppe Bergamini e Giancarlo Pauletto
Ex Convento di San Francesco
Via San Francesco - 33170 Pordenone
Orario: da martedì a domenica ore 10-19
Ingresso libero
Catalogo Skira
Info: tel. +39 0432415811; info@fondazionecrup.it; www.infondazione.it


[exibart]


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di caterina skerl
vedi calendario delle mostre nella provincia Pordenone
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Afro e Mirko Basaldella, Giancarlo Pauletto, Giuseppe Bergamini, Mirko Basaldella, Palma il Giovane, Pomponio Amalteo
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram