Logos e phatos 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/03/2019
L’open day della Rome University of Fine Arts, per rilanciare San Lorenzo
19/03/2019
ARTOUR-O il MUST compie quindici anni e festeggia a Firenze, tra arte design e moda
19/03/2019
A Walk on the Wildside alla New York Public Library, con l'archivio di Lou Reed
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CHIOSTRO DI SANT'ANNA ​ Piazzetta Alberto Schiatti Ferrara 44100

Ferrara - dal 7 al 21 dicembre 2010

Logos e phatos

Logos e phatos
CHIOSTRO DI SANT'ANNA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazzetta Alberto Schiatti (44100)
+39 0532242875
www.ferraraproart.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Logos e Phatos nella suggestione della città patrimonio dell'Umanità,in una locations cinquecentesca : il Chiostro di S.Anna.
orario: ore 10/12.30 e dalle 16.00 alle 19,30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: libero
vernissage: 7 dicembre 2010. ore 18.00
catalogo: in galleria. Editoriale Giorgio Mondadori
curatori: Sabrina Falzone
autori: Tomaso Albertini, Raffaele Autunnale, Ciro Belvedere, Marta Boccone, Mirko Cervini, Davide Clemente, Achille De Tommaso, Marco Fattori, Gloria Giovanella, Ars Maiora, Daniela Mantegazza, Fiamma Pagliari, Vesna Pavan, Cinzia Pigini, Ingrid Predaroli Tonesi, Chiara Rossato, Martina Tapinassi, Valerio Tizzi
patrocini: Regione Emilia Romagna,Provincia e Comune di Ferrara
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
“Dal Bunker all’Estasi” può variamente essere interpretato come il trapasso dal Logos al Pathos, senza tuttavia escludere la simultaneità degli stati di coscienza: la coesistenza, e talvolta il conflitto, dell’istinto con la ratio. Su questo argomento la tradizione storico-artistica si è soffermata a lungo per evidenziare in particolar modo le caratteristiche antitetiche dell’una e dell’altra condizione, indugiando per lo più sulle distanze reciproche. Il progetto espositivo “Logos e Pathos” vuole proporre, al contrario, una vera e propria geografia intellettuale ed emozionale dell’arte contemporanea, analizzando con accentuata perizia il terreno delle assonanze e delle analogie che contraddistinguono due concetti complementari del temperamento umano ed è proprio sul fondamento della complementarità tra logos e pathos che gli artisti in mostra riflettono attraverso i molteplici linguaggi delle arti visive. Sul tessuto della ricerca artistica odierna, l’esposizione individua lo sposalizio tra la razionalità dell’intelletto umano e l’emisfero irrazionale dell’artista, rintraccia l’esigenza profonda di un connubio tra la realtà e la fantasia, proietta sulla tela o sulla materia l’incontro tra l’attualità e lo scenario onirico. Nel compiere questo procedimento di aggregazione - diversamente dalla tradizione, che mostra una propensione per la distinzione tra pathos e logos - gli artisti formulano nuove metodologie comunicative, affinando la sperimentazione eclettica delle tecniche artistiche e l’impiego dei materiali più disparati. E’, infatti, questo gioco sperimentale a suffragare l’arte come amusement.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram