Le chiese campestri della Gallura 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO FRESI ​ Piazza Fresi Palau 07020

Palau (SS) - dal 20 al 29 maggio 2011

Le chiese campestri della Gallura

Le chiese campestri della Gallura

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO FRESI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Fresi (07020)
+39 0789770806
info@palau.it
www.palau.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L'esposizione, curata dall'Associazione Nostra Sardegna e dal sito internet www.chiesecampestri.it in collaborazione con l'ArcheOlbia, si compone di oltre 100 immagini che ritraggono le chiese storiche del territorio, ruderi compresi. Le campagne della provincia enumerano circa 200 luoghi di culto e per questioni di spazio sono state prescelte quelle più antiche. Ciascuna immagine è accompagnata da una breve didascalia che ne inquadra il periodo storico e le caratteristiche salienti
orario: 9.30 / 12.00 - 16.00 / 19.00 (tutti i giorni)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 20 maggio 2011.
telefono evento: +39 3392424114
genere: documentaria, fotografia
email: chiesecampestri@tiscali.it
web: www.chiesecampestri.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Dopo la vetrina arzachenese e quella tempiese, le chiesette rurali galluresi approdano a Palau, presso la sala congressi di Palazzo Fresi.
L'esposizione, curata dall'Associazione Nostra Sardegna e dal sito internet www.chiesecampestri.it in collaborazione con l'ArcheOlbia, si compone di oltre 100 immagini che ritraggono le chiese storiche del territorio, ruderi compresi. Le campagne della provincia enumerano circa 200 luoghi di culto e per questioni di spazio sono state prescelte quelle più antiche. Ciascuna immagine è accompagnata da una breve disdascalia che ne inquadra il periodo storico e le caratteristiche salienti.
Il progetto è frutto di una ricerca amatoriale rivolta al censimento delle chiese rurali di tutta la Sardegna e l’intento della mostra è quello di promuovere i monumenti meno noti e più nascosti, spesso sconosciuti alle stesse comunità locali. Un’opera di conoscenza e sensibilizzazione rivolta soprattutto alle scolaresche, oltre che ai turisti che in questo periodo primaverile visitano il territorio alla ricerca di luoghi alternativi da scoprire. E proprio in Gallura le chiesette campestri sono una vera e propria istituzione inviolabile, tanto da trovarsi sempre aperte, pronte ad accogliere il pellegrino ed il viaggiatore, per una sosta, una preghiera, un momento di riflessione, avvolti da quella mistica atmosfera che solo i luoghi circondati da impagabili scenari naturalistici, riescono a trasmettere. Per non parlare delle famose feste, momenti di comunione collettiva, religiosa e sociale, che nonostante i tempi moderni, hanno mantenuto intatto il caratteristico rituale che si ripete una o più volte l’anno, anche grazie all’impegno delle nuove generazioni, che non vogliono perdere i legami con la propria cultura.
La mostra sarà successivamente visitabile anche in altri Comuni della Provincia e grazie alla disponibilità del Comune e della Biblioteca di Palau e con il sostegno del Consorzio Operatori Turistici di Palau “Orsus Mediterraneus”, avrà luogo dal 20 al 29 maggio. All’evento è associato inoltre un simpatico concorso con la possibilità di vincere una “Guida alle chiese campestri nella Provincia della Gallura”
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram