Luke Fowler / Kosten Koper - The way out (portrait of Xentos Jones) 3519 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
fotografia
PAUSE DI ATTENZIONE
senti chi parla
READING ROOM
CURATORIAL PRACTISES
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SUPPORTICO LOPEZ ​ Supportico Lopez 32 Napoli 80137

Napoli - dal 4 giugno al 20 luglio 2004

Luke Fowler / Kosten Koper - The way out (portrait of Xentos Jones)

Luke Fowler / Kosten Koper - The way out (portrait of Xentos Jones)

 [Vedi la foto originale]
SUPPORTICO LOPEZ
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Supportico Lopez 32 (80137)
+39 081445759
info@supporticolopez.com
www.supporticolopez.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

The way out (ritratto di Xentos Jones), traccia il profilo di uno dei fondatori degli Homosexuals, una band sparita dopo aver realizzato “illegalmente”, in piena era post punk (tra la fine degli anni settanta ed i primi ottanta) una serie di dischi.
orario: TUTTI I GIORNI, DALLE 15.00 alle 19.00 O SU APPUNTAMENTO
(possono variare, verificare sempre via telefono)
prenota il tuo albergo a Napoli:
Booking.com
biglietti: free admittance
vernissage: 4 giugno 2004. dalle ore 19.30 alle 22.00
autori: Luke Fowler, Kosten Koper
genere: arte contemporanea, doppia personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Supportico Lopez inaugurera' venerdì 4 giugno 2004, dalle ore 19.30 la la seconda proiezione italiana (la prima è stata alla scorsa Biennale di Venezia) di The way out-portrait of Xentos Jones, film di Luke Fowler e Kosten Koper
The way out (ritratto di Xentos Jones), traccia il profilo di uno dei fondatori degli Homosexuals, una band sparita dopo aver realizzato “illegalmente”, in piena era post punk (tra la fine degli anni settanta ed i primi ottanta) una serie di dischi. Sebbene gli homosexuals si siano sciolti senza aver mai prodotto un LP ufficiale, L Voag (alias Xentos Jones) realizzò un suo progetto da solista, The way out, nel 1979. The way out era un cut up concept album che immaginava il suo contesto musicale situato in un universo parallelo, invertito, in cui la musica pop veniva realizzata da compositori serialisti e modernisti e l’avanguardia lasciata ai margini dell’accettazione.
Xentos Jones ha continuato a produrre e distribuire una massa di differenti progetti su nastro durante tutti gli anni ottanta attraverso la sua etichetta “It’s war boy”, rifacendosi ai più conosciuti ma anche sconosciuti generi musicali, sotto una miriade di multiple identità.
Il film di Luke Fowler e Kosten Koper riflette sull’eclettismo, la totalità, il muoversi anarchicamente rispetto il sistema, di tale personaggio, alternando nuove e vecchie interviste, soggetti, sceneggiature, materiale recuperato e riprese fatte con una cinepresa Super 8 da Xentos Jones stesso.

Nato nel 1978, Luke Fowler vive e lavora a Glasgow. Ha esposto in gallerie private e musei in tutto il mondo tra cui Casco project di Utrecht, The Modern Institute di Glasgow, Cubitt gallery, Londra, Gavin Brown New York, Manifesta, Frankfurt, La Biennale di Venezia, Venezia in occasione della mostra Zenomap.

SUPPORTICO LOPEZ SI PROPONE DI NON ESSERE UNA GALLERIA, MA UN PROJECT SPACE, UN LUOGO IN CUI L'ARTE E LA DISCUSSIONE SONO PROTAGONISTE. LO SPIRITO NON PUÒ CHE ESSERE QUESTO, CONSIDERATA LA PARTICOLARITÀ DELLA GESTIONE (UN CURATORE GIGIOTTO DEL VECCHIO E DUE ARTISTI MARCELLO SIMEONE E MARIANGELA LEVITA) E DEL LUOGO (ALL'INTERNO DELLA LORO ABITAZIONE).
IL TENTATIVO CULTURALE E' DI AGGIUNGERE UN TASSELLO ALL'ATTIVITÀ INTELLETTUALE DELLA CITTÀ DI NAPOLI, PROPONENDO CIVILI IPOTESI DI CONFRONTO E COLLABORAZIONE CON DIFFERENTI REALTA' E STRUTTURE, SIA PUBBLICHE CHE PRIVATE, ATTRAVERSO UNA SERIA ANALISI DELLE PIÙ RECENTI RICERCHE DELL'ARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE, DELLA MUSICA ELETTRONICA E DELLA SPERIMENTAZIONE IN GENERALE.
 
trovamostre