Squarci di Roma e provincia 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO VALENTINI ​ Via Iv Novembre 119a Roma 00187

Roma - dal 6 al 17 marzo 2012

Squarci di Roma e provincia

Squarci di Roma e provincia
PALAZZO VALENTINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via IV Novembre 119a (00187)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra descrive Roma ed alcuni paesi della sua provincia: dai quadri affiorano il silenzio dei vicoli, l’eco delle voci nelle stradine, gli angoli nascosti di piazze, dove si osserva ancora lo scorrere lento e colorato della vita quotidiana, dove i ricordi raccontano con le immagini il vivere di ogni giorno e ti fanno battere il cuore di nostalgia
biglietti: free admittance
vernissage: 6 marzo 2012. ore 18
autori: Franco Ciotti, Laura Croce, Giovanni Giovannetti, Claudia Popescu, Leonardo sbaraglia, Michelangelo Tripi
genere: arte contemporanea, collettiva
email: michelangelotr@yahoo.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra descrive Roma ed alcuni paesi della sua provincia: dai quadri affiorano il silenzio dei vicoli, l’eco delle voci nelle stradine, gli angoli nascosti di piazze, dove si osserva ancora lo scorrere lento e colorato della vita quotidiana, dove i ricordi raccontano con le immagini il vivere di ogni giorno e ti fanno battere il cuore di nostalgia. Nelle tele dipinte si ferma il tempo. Con la sensibilità, l’emozione, lo stile tipico di ogni artista, tanti piccoli, frammenti ”squarci” di quartieri o paesi, dove tutti vivono e si conoscono, prendono vita nelle pennellate leggere di chi osserva e dipinge con l’anima. Il pregio di questa mostra è di fissare il tempo nella sua quotidianità per non far sparire dalla memoria di noi tutti le antiche tradizioni, la nostra cultura, le nostre radici popolari. Di tela in tela il viaggio inizia e continua fino alla fine lasciandoci vivere ciò che le immagini non
raccontano……e trasportandoci indietro nel tempo dove la nostra storia di ogni giorno ancora si raccon
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram