Oltre la paralisi. AREA DI MOBILITAZIONE ARTISTICA URTO! STEP 1. 3121 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PAN - PALAZZO DELLE ARTI NAPOLI - PALAZZO ROCCELLA ​ Via Dei Mille 60 Napoli 80121

Napoli - dal 10 al 24 marzo 2012

Oltre la paralisi. AREA DI MOBILITAZIONE ARTISTICA URTO! STEP 1.

Oltre la paralisi. AREA DI MOBILITAZIONE ARTISTICA URTO! STEP 1.

 [Vedi la foto originale]
PAN - PALAZZO DELLE ARTI NAPOLI - PALAZZO ROCCELLA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Dei Mille 60 (80121)
+39 0817958600
pan@comune.napoli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un giovane incappucciato e senza volto. Un’identità in continua costruzione. Sfuggente alla classificazione, irrilevante per la statistica. Immagine strana o minacciosa, ma è molto più familiare di quanto possa sembrare, perché appartiene a tutti. Siamo tutti senza volto, nascosti nell’ombra di un privato nel quale non siamo cittadini ma soltanto utenti. Siamo tutti con le spalle al muro, perché la libertà, valore irrinunciabile, è spesso nel mondo minacciata. Ogni muro è un ostacolo che ci paralizza, ma allo stesso tempo una superfice sulla quale lasciare una traccia d’immaginazione. E su ogni muro, a cominciare da quello della nostra mente, è possibile scrivere:
orario: utti i giorni dalle 9.30 alle 19.30. Domenica 9.30-14.30.
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 10 marzo 2012. ore 17.00.
curatori: Domenico Esposito, Lorenzo Mantile
autori: re:merda, Marco Abbamondi, Angela Barretta, Salvatore Bellella, Raffaele Biondi, Enrico Borriello (Pinasv), Conni Celotto, c.ia Danza Flux, Emmanuele De Ruvo, Pasquale Di Donato, Domenico Dom Barra, Peppe Esposito, Fabulouskhate, semmai factory, Marco Iannaccone, Loris Lombardo, Sasi Menale, Massimiliano Mirabella, Azzurra Mozzillo, Giovanni Napolitano, Melania Oppenheimer Di Leo, Gilda Rotello, Angelo Santonicola, Anna Maria Saviano
genere: arte contemporanea, performance - happening, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Un giovane incappucciato e senza volto. Un’identità in continua costruzione. Sfuggente alla classificazione, irrilevante per la statistica. Immagine strana o minacciosa, ma è molto più familiare di quanto possa sembrare, perché appartiene a tutti. Siamo tutti senza volto, nascosti nell’ombra di un privato nel quale non siamo cittadini ma soltanto utenti. Siamo tutti con le spalle al muro, perché la libertà, valore irrinunciabile, è spesso nel mondo minacciata. Ogni muro è un ostacolo che ci paralizza, ma allo stesso tempo una superfice sulla quale lasciare una traccia d’immaginazione. E su ogni muro, a cominciare da quello della nostra mente, è possibile scrivere:


“Oltre la Paralisi”.

Mostra collettiva di arti visive e performative al Palazzo delle Arti Napoli.

A CURA DI - Lorenzo Mantile – Domenico Esposito

COORDINAMENTO - Giuseppina Di Pasqua

In collaborazione con ASSESSORATO ALLA CULTURA E TURISMO COMUNE DI NAPOLI.

Il processo di occupazione simbolica, avviato da URTO! (rete informale) nel marzo 2011, diventa oggi una sinergia tra artisti, spazio pubblico ed amministrazione, sancita da una intesa formale siglata con l'Ass. alla Cultura per una progettazione culturale autodeterminata, condivisa e partecipata. E' la prima volta che accade.

La Paralisi. Siamo partiti da questa parola, poiché, tra le tante possibili e immaginabili, ci è parsa essere, nel tentativo di interpretare esteticamente talune sfaccettature critiche del nostro attuale vissuto politico ed esistenziale, la più adeguata a sollecitare le latenti energie proprie della comunità di cui tutti noi siamo parte integrante ed attiva.

Il progetto. Abbiamo dato voce alla paralisi e alla ricerca del suo “oltre”, attraverso una progettazione che rispecchiasse il particolare processo di aggregazione di Urto!, e l’unirsi spontaneo di tante individualità connesse ad una Rete Informale, il cui unico fine è la libera espressione del talento artistico in uno “spazio pubblico”, quale contributo per una società migliore.

In questa progettazione abbiamo rivolto un invito aperto agli artisti, attraverso una chiamata pubblica lanciata sui social networks, per immaginare e rappresentare la paralisi sotto tutti i suoi aspetti: politici, poetici, scientifici, musicali, teatrali, filosofici, culturali, antropologici, sociali, senza alcun vincolo espressivo di tecnica o di linguaggio.
In meno di 20 giorni di call, oltre 70 le proposte pervenute di artisti attivi a Napoli, nel resto d’Italia e all’estero.

L’INVITO CHE ABBIAMO RIVOLTO AGLI ARTISTI E’ LO STESSO CHE OGGI RIVOLGIAMO AL PUBBLICO:
Il termine “paralisi”, che designa il blocco delle funzioni motorie, sembra contenere linguisticamente l’antidoto alla stessa patologia che designa: poiché deriva dal greco parálysis, che significa, al contrario, dissolvimento, rilassamento, dissoluzione. Se convenientemente elaborata, quindi, ogni paralisi contiene in sé anche il suo superamento.
L’arte come paralisi. L’azione creativa blocca, paralizza, congela ciò che raccoglie, nella nuova condizione della forma. In ciò è il suo istinto primario a duplicare le cose, a fermare il tempo, a lasciare una traccia di qualcosa che altrimenti scomparirebbe inevitabilmente nel vuoto.
L’arte come movimento. L’azione creativa paralizzante è un linguaggio capace, tuttavia, di far emergere, di dare vita e sostanza al sentire profondo individuale e collettivo; di svelare ed esorcizzare tutte le paralisi che l’essere umano vive nell’esperienza quotidiana: l’affievolirsi delle capacità di ricezione, di percezione, di relazione, della capacità critica e di scelta, della volontà di intuire e di perseguire una dimensione etica dell’esistenza.



Oltre la paralisi.
AREA DI MOBILITAZIONE ARTISTICA URTO! STEP 1.
vernissage: sabato 10 Marzo 2012, ore 17.00.
dal 10 al 24 / 03/2012 - PAN - Palazzo delle Arti di Napoli.
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30. Domenica 9.30-14.30.

ARTISTI.
Angela Barretta, Angelo Santonicola, Anna Maria Saviano, Azzurra Mozzillo, c.ia Danza Flux (performance),Conni Celotto, Domenico Dom Barra, Emmanuele De Ruvo, Enrico Borriello (Pinasv), Fabulouskhate, Gilda Rotello, Giovanni Napolitano, Loris Lombardo, Marco Abbamondi, Marco Iannaccone, Massimiliano Mirabella, Melania Oppenheimer di Leo, Pasquale Di Donato, Peppe Esposito, Raffaele Biondi, re:merda, Salvatore Bellella, Sasi Menale, Semmai Factory.

PERFORMANCE:
10/03/2012
“PATHOS”- c.ia Danza Flux- di Chiara Alborino e Fabrizio Varriale.
“FABULA RASA - PROGETTO UNO” regia di Pino Carbone.
“TRAGEDIA PER MANICHINI DA CRASH TEST” Performance di Musica e Action Painting ideazione scenica Luigi Morra con: i Camera e Marco Matta.
“DUO DI LAPTOP” Andrea Arcella - Dario Sanfilippo.

DIDATTICA SPERIMENTALE:
“EXTRALAB” Corsi di Pittura Extramediale e di Tecniche Extramediale condotti da Rino Squillante presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Iniziativa a favore della Cooperativa Sociale “OCCHI APERTI”.

17 marzo 2012 ore 18:00.
Incontro con l’artista ELVIRA PIROZZI BLOIS.
A seguire proiezione della performance SACRO PANE.

COMUNICAZIONE – a cura di Paolo Varsalona.
SUPPORTO - OGHAM
www.urtonapoli.tk ! (rete informale)
 
trovamostre
@exibart on instagram