José Miguel Maluenda - LINEAS 3072 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni ’80, al RUFA Space
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MARIANNE WILD ARTE CONTEMPORANEA UNICA ​ Via Gennaro Ravizza 27 Chieti 66100

Chieti - dal 15 giugno al 7 luglio 2012

José Miguel Maluenda - LINEAS

José Miguel Maluenda - LINEAS
Eco Flower - Garbage bags - 2012 - Torino Italy
 [Vedi la foto originale]
MARIANNE WILD ARTE CONTEMPORANEA UNICA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Gennaro Ravizza 27 (66100)
Civitella
marianna.wild@bluewin.ch
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Al centro del lavoro dell’artista c’è il recupero dei materiali
orario: su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 15 giugno 2012. ore 18
autori: José Maluenda
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Marianne Wild Arte Contemporanea UnicA

La galleria ospita un giovane scultore

José Miguel Maluenda

Con la mostra dal titolo

“LINEAS”

15 giugno – 7 luglio 2012

inaugurazione venerdì 15 giugno 2012, ore 18.00

Al centro del lavoro dell’artista c’è il recupero dei materiali.
L’artista, che sta facendo un master di scultura all’Accademia Albertina di Torino,
propone in questa mostra un suo lavoro dal titolo Lineas

José Maluenda, dopo essersi laureato in architettura a Santiago del Cile, viene invitato
in Italia, a Carrara, per realizzare un'opera. Successivamente vince una borsa di
studio per un Master.

A Carrara non gli piace l'idea di lavorare col marmo partendo da un blocco. La pietra
- dice - è gratis, è della terra, l'uomo l’ha trasformata in cubi per commercializzarla.
Odia quest’idea e così realizza il lavoro con sassi di fiume, perché la natura scolpisce
la pietra meglio di quanto potrebbe farlo uno scultore. L’idea interessante è stata
quella di dare movimento alle pietre come parte del suo lavoro artistico, così dal
movimento l’opera sembra prendere vita. Questo incontro col lavoro in movimento è
ciò che dà senso alle sue nuove creazioni.

Al suo arrivo all'Accademia Albertina cambia materiale, non più ferro e non più
pietre, passa alla plastica in quanto materiale “povero” e al suo riciclaggio. Le opere
mantengono però l’idea del movimento, naturale o artificiale, e sviluppano quel
pensiero secondo cui l'opera d'arte avrebbe ormai perso il suo valore come oggetto,
venendo sostituita dalla sua riproduzione fotografica diventata quasi più importante
dell'opera stessa. Dice Maluenda:“Oggi quasi nessuno più va nelle gallerie d'arte, tutti
guardano tutto al computer, e l'opera è in grado di trasmettere il suo significato anche
attraverso un video o un'immagine. Le mie opere provengono dalla spazzatura e lì
finiranno, come tutto quello che si fa vecchio e non serve più”.

Oggetto: Mostra personale di arte contemporanea

Marianne Wild Arte Contemporanea UnicA, via Ravizza 27 – 66100 Chieti
su appuntamento - tel. +39... - galleria.unica@gmail.com

Autore: José Maluenda

A cura di: Marianne Wild

Inaugurazione: venerdì 15 giugno, ore 18.00

Date: 16 giugno – 7 luglio 2012

Sede: Marianne Wild Arte Contemporanea UnicA, via Ravizza 27, 66100 Chieti

Info: +39 393 33 79 05

Galleria.unica@gmail.com
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram