13° Premio Cairo 3150 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO DELLA PERMANENTE ​ Via Filippo Turati 34 Milano 20121

Milano - dal 25 al 28 ottobre 2012

13° Premio Cairo

13° Premio Cairo

 [Vedi la foto originale]
MUSEO DELLA PERMANENTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Filippo Turati 34 (20121)
+39 026551445 , +39 026590840 (fax)
info@lapermanente.it
www.lapermanente.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il Premio Cairo 2012 è entrato nel vivo: la tredicesima edizione, a cura di Luca Beatrice, ha già i suoi 20 artisti. La formula prevede la proposta di due artisti, rigorosamente under 40, da parte di dieci personalità dell'arte contemporanea.
biglietti: free admittance
vernissage: 25 ottobre 2012. ore: 18.30. premiazione: ore 19.30. SU INVITO
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Luca Beatrice
autori: Roberto Ago, Francesco Carone, Cch, Fabrizio Cotognini, Giovanni De Lazzari, Nicolò Degiorgis, Desiderio, Loredana Di Lillo, Andrea Dojmi, Stefania Galegati, Enzo Giordano, Ester Grossi, Mariangela Levita, Gianluca Malgeri, Marco Maria G. Scifo, Igor Muroni, Marta Pierobon, Fabrizio Prevedello, Alessandro Sciaraffa, Marco Strappato
genere: arte contemporanea, serata - evento, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Premio Cairo 2012 è entrato nel vivo: la tredicesima edizione, a cura di Luca Beatrice, ha già i suoi 20 artisti. La formula prevede la proposta di due artisti, rigorosamente under 40, da parte di dieci personalità dell'arte contemporanea.

Ecco i nomi degli artisti selezionati: Roberto Ago, Francesco Carone, CCH, Fabrizio Cotognini, Giovanni De Lazzari, Nicolò Degiorgis, Desiderio, Loredana Di Lillo, Andrea Dojmi, Stefania Galegati, Enzo Giordano, Ester Grossi, Mariangela Levita, Gianluca Malgeri, Igor Muroni, Marta Pierobon, Fabrizio Prevedello, Alessandro Sciaraffa, Marco Maria G. Scifo e Marco Strappato.

A proporli sono stati Frank Boehm, Architetto e Curatore; Ilaria Bonacossa, Curatrice del Museo d'Arte Contemporanea Villa Croce, Genova; Andrea Bruciati, Direttore Galleria Civica di Monfalcone; Lorenzo Bruni, curatore indipendente; Chiara Canali, Curatrice indipendente; Luigi Fassi, Curatore Ar/ge Kunst, Bolzano; Helga Marsala, Curatrice e Giornalista; Ludovico Pratesi, Curatore e Direttore de La Pescheria, Pesaro; Alessandro Rabottini, Curatore GAMEC, Bergamo; Eugenio Viola, Curatore Project Room MADRE, Napoli.
Tra questi lavori, una Giuria, alla formazione della quale non partecipa nessuno dei proponenti, sceglierà il vincitore del Premio Cairo 2012 la cui proclamazione si terrà al Palazzo della Permanente il 25 ottobre prossimo. La Giuria sarà così composta: Marco Bazzini, Direttore del Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato; Michele Bonuomo, Direttore del mensile Arte; Gianluigi Colin, Art director del Corriere della Sera; Marco Enrico Giacomelli, Vicedirettore di Artribune; Gianfranco Maraniello, Direttore di MAMbo Museo d'arte moderna di Bologna; Marco Pierini, Direttore della Galleria Civica di Modena; Patrizia Sandretto Re Rebaudengo; Presidente Fondazione Sandretto di Torino.


"A scorrere la "ventina" che compone la 13a edizione del Premio Cairo si potrebbe ipotizzare un confronto tra due generazioni di artisti italiani: quella nata negli anni Settanta, ancora legata alla forma e a un'idea di opera finita, racchiusa in un'esperienza spaziale ben delimitata, e quella degli armi Ottanta, forse più disinvolta e sperimentale, abituata a utilizzare una pluralità di mezzi nella stessa opera e a valersi delle nuove forme di comunicazione virtuali e virali che rendono, necessariamente, il lavoro dell'artista più fluido e indefinibile". Ad affermarlo è il curatore del Premio, Luca Beatrice. "Complessa la disposizione geografica degli artisti sul territorio nazionale, Umbria, Marche, Toscana, Veneto, Alto Adige, Liguria, regioni spesso poco rappresentate nelle rassegne nazionali e invece ricche di individualità significative grazie anche al lavoro delle accademie. Il ventaglio dei linguaggi e degli stili è articolato, dalla pittura bidimensionale alle nuove tecnologie. Da segnalare il desiderio di raccontare delle storie, chiedendo all'arte di testimoniare un pensiero che va al di là della pura e semplice contemplazione".

Ognuno dei 20 artisti invitati realizzerà ad hoc per il Premio Cairo un progetto
unico, originale e inedito in tutti i suoi elementi.


Il Premio Cairo nasce a Milano nel 2000 per volere dell'Editore Urbano Cairo con l'obiettivo di valorizzare la giovane arte in Italia senza vincoli di linguaggio. Negli anni si è affermato diventando un riconoscimento molto ambito.
Il vincitore 2013 del Premio Cairo aggiungerà il suo nome ad un palmarès davvero molto illustre che annovera Luca Pignatelli (2000) Bernardo Siciliano (2001), Federico Guida (2002), Matteo Bergamasco (2003), Andrea Chiesi (2004), Valentina D'Amaro (2005), Chris Gilmour (2006), Fausto Gilberti (2007), Alice Cattaneo (2008), Pietro Ruffo (2009), Masbedo (2010), Giovanni Ozzola (2011).

Il 25 ottobre, durante l'inaugurazione della mostra di tutti i lavori, verrà proclamato il vincitore.
Contemporaneamente alla mostra del Premio Cairo, al piano superiore della Permanente sarà allestita la mostra con le opere degli artisti finalisti del Premio Arte.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram