Zanele Muholi - Attivismo Visuale 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI ​ Viale Della Repubblica 277 Prato 59100

Prato - dal 24 ottobre al 18 novembre 2012

Zanele Muholi - Attivismo Visuale

Zanele Muholi - Attivismo Visuale

 [Vedi la foto originale]
CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Della Repubblica 277 (59100)
+39 05745317 , +39 0574531901 (fax)
info@centropecci.it
www.centropecci.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La Muholi, che recentemente ha esposto a dOCUMENTA13 - Kassel, nei suoi lavori coniuga arte e impegno politico, denunciando razzismo e violenza di genere. Le sue fotografie danno visibilità ai corpi e ai volti delle lesbiche nere e costruiscono un archivio della comunità LGBTQ sudafricana, un racconto collettivo cancellato dalla storia ufficiale.
biglietti: free admittance
vernissage: 24 ottobre 2012. h 18
ufficio stampa: Claudia Farci
329 9724372 | stampa@florencequeerfestival.it
autori: Zanele Muholi
genere: fotografia, personale
web: www.florencequeerfestival.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
In occasione del suo decimo compleanno, il Florence Queer Festival -la rassegna di cinema, arte, teatro e letteratura dedicata al mondo LGBT che si terrà a Firenze dal 25 al 31 ottobre- organizza una mostra personale dell’artista e attivista Zanele Muholi, al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato. Mercoledì 24 ottobre, alle 18.00, si terrà l’opening della mostra che sarà visibile fino al 18 novembre.

Fotografa lesbica sudafricana, Zanele Muholi con la sua produzione artistica combatte e denuncia razzismo, sessismo, lesbo/omo/transfobia e violenza di genere, coniugando la produzione artistica con l’impegno politico e dando vita a quello che lei stessa definisce “attivismo visuale”.

In esposizione gli scatti tratti dalle serie “Faces and Phases” e “Being”: le sue fotografie danno visibilità ai corpi e ai volti delle lesbiche nere e costruiscono un archivio della comunità LGBTQ sudafricana, un racconto collettivo cancellato dalla storia ufficiale. Zanele Muholi ha documentato con la sua opera gli “stupri correttivi” di lesbiche praticati soprattutto nei confronti delle nere e di quelle più povere tra loro, crimini d’odio tacitamente accettati dalla maggior parte della popolazione. Recentemente i suoi lavori sono stati esposti a dOCUMENTA 13, la celebre manifestazione d’arte contemporanea di Kassel.

Durante il Festival sarà presentato anche il documentario diretto dall’artista con Peter Goldsmid, Difficult Love (27 ottobre – Cinema Odeon Firenze), in cui la Muholi descrive la sua arte militante: fotografie che denunciano l'omofobia, la povertà, i conflitti pubblici e privati di un Paese tra tradizione e modernità.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Some Prefer Cake Lesbian Film Fest di Bologna che presenta la mostra dal 21 settembre al 20 ottobre, presso il Quadriportico espositivo dell’ex Ospedale Roncati.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram