Omar Galliani - Liberare gli angeli 3060 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/04/2019
Il Whitney Museum di New York mette online le risorse sulla sua biennale
20/04/2019
Le squadre della Eredivisie giocano a calcio con Rembrandt
19/04/2019
Whisky e arte a go go, nella nuova distilleria di Bob Dylan
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BONIONI ARTE ​ Corso Giuseppe Garibaldi 43 Reggio Nell'emilia 42100

Reggio Nell'Emilia - dal 2 marzo al 21 aprile 2013

Omar Galliani - Liberare gli angeli

Omar Galliani - Liberare gli angeli
Omar Galliani, Liberate gli angeli, 2013, matita nera su tavola, cm. 100x100, foto Luca Trascinelli
 [Vedi la foto originale]
BONIONI ARTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Giuseppe Garibaldi 43 (42100)
+39 0522435765 , +39 0522435765 (fax)
info@bonioniarte.it
www.bonioniarte.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dopo il successo riscosso ad “Arte Fiera 2013”, la Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia festeggia i dieci anni di attività con una grande mostra di Omar Galliani. La personale è curata da Federico Bonioni con un testo critico di Alberto Zanchetta.
orario: da martedì a domenica ore 10-13 e 16-20, chiuso il lunedì, aperto 31 marzo e 1 aprile ore 10-13 e 16-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 2 marzo 2013. ore 17
catalogo: in galleria. Catalogo Ed. Bertani, 2013
curatori: Federico Bonioni
autori: Omar Galliani
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Dopo il successo riscosso ad “Arte Fiera 2013”, la Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia (Corso Garibaldi, 43) festeggia i dieci anni di attività con una grande mostra di Omar Galliani, che sarà inaugurata sabato 2 marzo 2013, alle ore 17.00.
La personale, curata da Federico Bonioni con un testo critico di Alberto Zanchetta, s’intitola “Liberare gli angeli”, in riferimento ad uno dei temi centrali nella ricerca dell’artista di Montecchio Emilia, che ci esorta a liberare «gli angeli senza paura, poiché ognuno di noi ne conosce il nome anche se non rivelato».
In esposizione, una ventina di opere di recente produzione, appartenenti ad importanti cicli, come “Nuovi volti”, “Nuovi fiori nuovi santi” e “Dal quaderno di Xian”.
Come scrive Alberto Zanchetta, «Omar Galliani ha capito che l’arte è senza tempo e che l’artista deve attingere alle sue origini minerali-anatomiche. L’anatomia è quella del braccio, che trova nella mina della matita il suo prolungamento, come fosse un’estensione naturale più che artificiale. Tale propaggine è anche una [es]tensione prolungata del gesto, quindi del segno, che ha in sé l’agone della performance. Si convenga allora nel considerare Galliani un performer che ha scelto la devianza del disegno, svincolandosi dall’ossessione narcisistica di mostrarsi, preferendo semmai rivelare le tracce lasciate dal proprio corpo. Un corpo che tende all’esenzione, che manca ma non si annulla (restando evocato)».
La mostra sarà visitabile fino al 21 aprile 2013, da martedì a domenica con orario 10.00-13.00 e 16.00-20.00, chiuso il lunedì, aperto 31 marzo e 1 aprile con orario 10.00-13.00 e 16.00-19.00. Ingresso gratuito. Catalogo (Ed. Bertani, 2013) disponibile in galleria. Per informazioni: tel. 0522 435765 - www.bonioniarte.it - info@bonioniarte.it.
Omar Galliani (www.omargalliani.com) nasce nel 1954 a Montecchio Emilia (RE), dove vive e lavora. Dopo il diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna e le esperienze concettuali degli anni ’70, all’inizio degli anni ’80 figura tra gli esponenti di spicco del gruppo degli Anacronisti e del Magico Primario, partecipando a tre edizioni della Biennale di Venezia (1982, 1984, 1986), alle biennali di San Paolo del Brasile, Parigi e Tokyo (1982), nonché a due edizioni della Quadriennale di Roma (1986, 1996). Su invito di importanti musei ed istituzioni, tiene mostre personali in tutto il mondo. Risale al 2006-2007 l’importante “Omar Galliani, Tra Oriente e Occidente, China Tour”, con esposizioni negli otto principali Musei d’Arte Contemporanea in Cina. Tra le esposizioni realizzate nel corso del 2012, si ricordano: “D’après Canova. Omar Galliani, opere 1977-1980” (Palazzo Binelli, Carrara), “Nocturno” (Museo d’Arte Moderna, Montevideo e Fondazione Actjunguarry, Punta del Este, Uruguay; Centro Cultural Palacio de La moneda, Santiago del Cile), “Omar, Roma, Amor..” (Museo Bilotti, Roma), “The Male, The Female, the Sacred. Omar Galliani in Dialogue with drawing tradition” (Cafa Art Museum, Pechino) e “Omar Galliani - Alessandro Busci, Un passaggio di generazione” (Museo Maga, Gallarate). Ha, inoltre, partecipato al 58° Festival Puccini di Torre del Lago con l’installazione “Grande disegno italiano” ed è stato a Londra in occasione della mostra delle collezioni d’arte contemporanea della Farnesina presso l’Istituto di Cultura Italiano. Nel 2013 prenderà parte agli eventi collaterali della 55. Biennale di Venezia.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram