Stile Italiano. Arte e Società 1900-1930 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva REGGIA DI COLORNO ​ Piazza Giuseppe Garibaldi 26 Colorno 43052

Colorno (PR) - dal 2 marzo al 15 giugno 2013

Stile Italiano. Arte e Società 1900-1930

Stile Italiano. Arte e Società 1900-1930

 [Vedi la foto originale]
REGGIA DI COLORNO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Giuseppe Garibaldi 26 (43052)
+39 0521312545 , +39 0521521370 (fax)
ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it
www.turismo.comune.colorno.pr.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra rappresenta una moderna wunderkammer dell’arte Italiana del XX secolo attraverso un’accurata selezione di oltre 300 opere che da la possibilità al visitatore di osservare la varietà artistica, creativa ed estetica dell’Italia della prima metà del Novecento
orario: Dal 2 al 31 marzo: martedì-domenica 10-18. Dal 1 aprile al 15 giugno: martedì-venerdì 10-18. Sabato e domenica 10-19. Chiuso il lunedì. La biglietteria chiude un’ora prima
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero E 8.50; Ridotto E 7
vernissage: 2 marzo 2013.
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Pierpaolo Antonello, Alessandro Colizzi, Giuseppe Virelli
genere: architettura, fotografia, arte contemporanea, collettiva, disegno e grafica
email: ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra “Stile Italiano. Arte e Società
1900-1930” rappresenta una moderna wunderkammer dell’arte Italiana del XX secolo attraverso un’accurata selezione di oltre 300 opere che da la possibilità al visitatore di osservare la varietà artistica, creativa ed estetica dell’Italia della prima metà del Novecento.
La complessità del “secolo breve” è
tale da richiederne una visione ‘allargata’,
basata sul superamento dei tradizionali confini
tra le varie arti e i vari media. Come in un
prisma, la mostra riflette e rifrange, attraverso
la molteplicità degli ambiti artistici presi in
considerazione, lo spirito del secolo, in un
dialogo continuo tra pittura, scultura, disegni,
grafica pubblicitaria, progetti architettonici e
per l’industria fino a giungere a una vera e propria sintesi fra le varie espressioni artistiche seguendo quell’idea di “vita = arte” nata dal grande big bang futurista.
I dipinti di Previati, Balla, Licini, Russolo e Sironi, le fotografie di Luxardo, Ghergo e Ghitta Carell, Masoero e Munari, i manifesti pubblicitari firmati da Dudovich, Depero, Prampolini, Seneca, Nizzoli e Fontana, le sculture di Thayaht e Bertelli, i fotomontaggi di Munari, i libri e i manoscritti futuristi, i progetti di Sant’Elia e quelli dei più importanti architetti razionalisti italiani impegnati nel ‘grande cantiere’ dell’EuR (E42) a Roma ci parlano della nostra avventurosa
presenza nel secolo appena concluso, descrivendone le mille sfaccettature di quello che è internazionalmente riconosciuto come lo Stile italiano.
A noi piace pensare questa mostra come un
racconto, una partitura, una sceneggiatura di
un film, meglio ancora come una composizione
d’autore, rivolta in particolar modo alle nuove
generazioni, le più giovani, quelle che - come
diceva Bruno Munari - “rappresentano il futuro
che è già presente qui, adesso, tra di noi”.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram