Catalogo Ragionato delle opere di Enrico Castellani 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO REALE ​ Piazza Del Duomo 12 Milano 20122

Milano - mer 3 aprile 2013

Catalogo Ragionato delle opere di Enrico Castellani

Catalogo Ragionato delle opere di Enrico Castellani

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO REALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Duomo 12 (20122)
+39 02875672
www.comune.milano.it/palazzoreale/
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Curato in ogni sua parte da Renata Wirz con Federico Sardella, il Catalogo Ragionato di Enrico Castellani rappresenta la maggiore pubblicazione dedicata al lavoro dell’artista sino a ora realizzata;
articolato in due tomi, si propone di offrire un resoconto inedito sui primi cinquant’anni di lavoro di uno dei massimi protagonisti della vicenda artistica mondiale del dopoguerra
vernissage: 3 aprile 2013. h 18.30
editore: SKIRA
genere: presentazione

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Mercoledì 3 aprile 2013
ore 18.30
Milano, Palazzo Reale - Sala Otto Colonne

Presentazione del
Catalogo Ragionato delle opere di Enrico Castellani

a cura di Renata Wirz con Federico Sardella
testi di Bruno Corà e Marco Meneguzzo

Con i curatori ne parleranno Lea Vergine e Paola Nicolin.


Curato in ogni sua parte da Renata Wirz con Federico Sardella, il Catalogo Ragionato di Enrico Castellani rappresenta la maggiore pubblicazione dedicata al lavoro dell’artista sino a ora realizzata;
articolato in due tomi, si propone di offrire un resoconto inedito sui primi cinquant’anni di lavoro di uno dei massimi protagonisti della vicenda artistica mondiale del dopoguerra.
Il primo volume, che si configura come un’ampia e completa monografia, comprende oltre 200 immagini di opere realizzate a partire dal 1958 sino a oggi, molte delle quali inedite. Le pitture iniziali, la sua prima superficie a rilievo e alcune delle successive, i dittici, i trittici, i baldacchini e gli angolari, le opere atipiche, gli ambienti e le installazioni una selezione di immagini che permette di accedere all’universo creativo dell’artista, la cui coerenza libera da mode è, da sempre, animatrice di un lavoro tanto attuale quanto fuori dal tempo che, con i “tagli” di Lucio Fontana, i “sacchi” di Alberto Burri e gli “achrome” di Piero Manzoni, si offre come una tra le elaborazioni linguistiche più originali e dense di significato dell’epoca e di oggi.
Introdotto da un saggio di Bruno Corà, che analizza la totalità del percorso creativo di Castellani e svela alcuni degli aspetti più intimi e seducenti che lo caratterizzano, e da uno scritto di Marco Meneguzzo che inquadra l’importanza e il carattere internazionale dell’opera, contiene anche i principali scritti redatti da Castellani e una selezione di scatti che costituiscono una sorta di insolito racconto per immagini.
Il secondo volume, ordinato cronologicamente, costituisce il catalogo ragionato delle opere e ripercorre i primi cinque decenni di lavoro di Castellani che, coinvolto in prima persona in questa fondamentale ricognizione con Renata Wirz, ha preso in esame tutti i documenti e le immagini pubblicati.
Complessivamente, il catalogo comprende oltre mille opere realizzate tra il 1955 e il 2005, organizzate sulla base di un’accurata selezione e accompagnate da puntuali schede che offrono un’aggiornata analisi bibliografica ed espositiva.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram